Bernardelli, siamo alle solite. Banche in attivo, ma credito erogato cala di 18 miliardi

di Roberto Bernardelli – Mi ha particolarmente colpito l’ultimo lavoro del centro studi di Unimpresa. Certifica che nel primo trimestre di quest’anno i profitti dei primi sette gruppi bancari del Paese hanno raggiunto quota 3,1 miliardi da confrontare col rosso cumulativo di 1,5 miliardi dei primi tre mesi dello scorso anno; lo stock di prestiti è sceso dell’1,5%, da 1.249 miliardi a 1.230 miliardi.

L’economia reale ringrazia mentre va al quel paese! Serve liquidità ma il governo punisce chi fa impresa mentre le banche stringono i cordoni della borsa.

Il vicepresidente Politino dell’associazione imprenditoriale, afferma che le banche “usano il paracadute pubblico, per proteggere i loro bilanci, sostituendo i vecchi finanziamenti con nuove linee di credito garantite dallo Stato”. Ha centrato il problema.

 

Quindi, nonostante la pandemia da Covid, le principali banche italiane hanno ribaltato i risultati, segnando un utile di 4,7 miliardi. Mentre i prestiti alla clientela è sceso di ben  19 miliardi (-1,5%) da 1.249 miliardi a 1.230 miliardi.

Le pmi ringraziano. Ma il dossier rileva anche altro.

“Banca Generali ha avuto utili trimestrali per 135 milioni, Banca Mediolanum per 133 milioni, Banco Desio per 20 milioni, Fineco Bank per 94 milioni, Popolare Sondrio per 59 milioni: in totale, questi cinque istituti hanno messo insieme 441 milioni. Quanto alle prime sette banche del Paese, Intesa Sanpaolo ha avuto utili, nei primi tre mesi dell’anno, per 1,5 miliardi, Unicredit per 887 milioni, Bper per più di 400 milioni, Banco Bpm per oltre 100 milioni, Monte dei Paschi di Siena per 119 milioni, Credem per 62 milioni, Creval per 28 milioni”.

Ci riempiono di regolamenti, di quarantene da rispettare, di coprifuochi, di obblighi e nuovi permessi per circolare. In più aboliscono nei fatti progressivamente il contante. Tra stato e banche, siamo nella morsa della dittatura democratica perfetta.

Onorevole Roberto Bernardelli, presidente Grande Nord

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Come sono lontani i tempi in cui il Capitano prometteva l'autonomia

Articolo successivo

Indulto in bilico per gli indipendentisti catalani in carcere