Bernardelli: Priorità residuo fiscale e autonomia? No, è il Ponte di Messina per la Lega

di Roberto Bernardelli – C’è un paese che soffre, imprese che non hanno sostegno. Che chiudono. C’è un Nord che ha subito la prima e la seconda ondata con una violenza inaudita. C’è un residuo fiscale di 56 miliardi di euro solo in Lombardia ma apprendiamo dalle affermazioni di Matteo Salvini che la priorità della ex Lega è unire il Paese da Nord a Sud con il ponte di Messina.

“Inseriamolo, questo benedetto ponte, nel futuro del paese, per unire il paese da nord a sud”.

Altro che autonomia, altro che federalismo, altro che responsabilità di spesa, altro che regionalismo differenziato. C’è il ponte, per rifare il paese. Lo decide Roma, dove i nuovi pretoriani votati con i consenso del Nord, lavorano per il Sud.

Onorevole Roberto Bernardelli, presidente Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Roberto Bernardelli giovedì a Mattino sul 5 a Mediaset

Articolo successivo

Il Nord c'è sempre, anche senza la Lega