Bernardelli: Ecco la petizione di Grande Nord. Basta! Le pensioni non possono essere tassate due volte!

 

di Roberto Bernardelli – In questi giorni la macchina organizzativa di Grande Nord sul territorio si è mobilitata con i suoi gazebo per promuovere la raccolta firme a sostegno della petizione che chiede l’abolizione della doppia tassazione sulle pensioni.

Cari cittadini, cari lavoratori, i contributi sono già stati tassati. Quanto accantonato e restituito dopo una vita di lavoro non può essere tassato una seconda volta!

 

Ma oggi la priorità è mandare i pensionati del Nord in Calabria, così lì avranno uno sconto sulle tasse. E’ una proposta allucinante, che viene per di più da chi ancora porta il nome di un partito diventato nazionalista e centralista. Antieuropeista. Ci vada Salvini, in Calabria! E infatti è sempre lì, per cercare voti, non per risolvere le questioni del paese e della parte più produttiva da sempre più penalizzata e usata come riserva aurea.

In Europa non si è mai visto tassare due volte un pensionato né ignorare che non si può continuare diabolicamente nel tenere insieme assistenza e previdenza.

Poi se affrontiamo la questione del rapporto tra contributi versati e pensioni sostenibili, il Nord non teme confronti. In questo servizio che rilanciamo i dati della Cgia parlano chiaro.

Una firma per la giustizia sociale e per scoperchiare questa pentola di malamministrazione politica. Si fanno i fatti loro, per poter usare le nostre fatiche per conservare lo status quo. Vergogna.

Onorevole Roberto Bernardelli presidente Grande Nord

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Trump torna e ruba la scena: la Cina deve pagare 10 mila miliardi di danni per la pandemia. Ancora non dice la verità

Articolo successivo

Il fisco tartassa gli autonomi e grazia le multinazionali. Paghiamo 140 volte più dei giganti del web