Bernardelli: Allarme affitti negozi chiusi. Partono penali e sfratti, il governo tace come sempre

“E’ buio pesto per tutto il comparto del commercio che, con il “tutti a casa”, non realizza più guadagni. Lo scenario che abbiamo davanti è lo sfratto dell’attività per insolvenza. Più tutte le penali che scattano in queste circostanze”. A denunciarlo è l’on. Roberto Bernardelli, presidente di Grande Nord. “Il governo è tutto indaffarato a fare conferenze stampa, ad annunciare che la situazione è sotto controllo.

La Salvini premier, persa la ribalta dei barconi e degli sbarchi, in calo di consensi, cerca nuova visibilità dimenticando però di reclamare la cosa più importante: il residuo fiscale che solo in Lombardia è di 56 miliardi di euro. Tace a ruota su questo anche il governatore Fontana.  A far stare a casa la gente per decreto, cari politici, siamo capaci tutti. Essere capaci di non far fallire un Paese è un’altra cosa.

Gli esercenti nei centri commerciali, dove scattano pesantissime penali in caso di insolvenza, sono spalle al muro! I piccoli negozi a gestione familiare sono condannati all’estinzione per mano dello Stato italiano, non dell’epidemia. Mettete subito sul tavolo i provvedimenti a sostegno di chi lavora, e fa andare avanti la baracca che vi paga l’immeritato vitalizio o stipendio!  Almeno come primo segno di solidarietà verso chi sta perdendo il lavoro, o lo ha già perso, iniziate a ridurvi lo stipendio, come hanno fatto i sindaci!”, ha concluso Bernardelli.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Non droghiamo l'informazione. Nuovo appello di Cavalera (Odg Milano)

Articolo successivo

Tranquilli, in Lombardia non manca niente! E il Comune di Vimercate lancia appello urgente per mascherine per l'ospedale