Benzina, il governo partorisce il topolino. Gestori obbligati a esporre il prezzo medio nazionale

I gestori saranno obbligati a esporre il prezzo medio nazionale dei carburanti accanto a quello di vendita in ogni distributore di benzina. E’ quanto prevede il decreto, approvato in serata dal Consiglio dei ministri, con la norma sulla trasparenza dei prezzi ai distributori. Il prezzo verrà calcolato giornalmente dal ministero dell’Ambiente e comunicato sul sito del dicastero. Non solo. Sulla rete autostradale i prezzi di vendita non potranno essere superiori a una percentuale – che il governo sta definendo in questi minuti – del prezzo medio nazionale. Verrà, inoltre irrobustita la collaborazione con la Guardia di Finanza sulle condotte speculative. In caso di violazione, sono previste sanzioni per i recidivi, con possibilità di sospendere l’attività dei ‘furbetti’ da 7 giorni fino a ben 90.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Lombardia, emergenza frane. Esiste un piano di intervento?

Articolo successivo

Un film già visto. Allarme in Croazia per il caroprezzi con l'arrivo dell'euro