Bankitalia smentisce la ripresona del governo

“C’è un’incertezza troppo alta per avere una stima” sull’impatto del Coronavirus sull’economia. Così il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel suo intervento al Festival dell’Economia di Trento. Visco ha precisato che sono state fatte delle “valutazioni, se non previsioni, su quest’anno: che il pil scenderà vicino al -10%, quella è l’area a cui si guarda” ma ha aggiunto di credere “poco” a “sorprese positive” come “un vaccino immediatamente disponibile che riduca l’incertezza”.

A più riprese il ministro dell’economia, Gualtieri, ha infatti annunciato un boom e una ripresa mai vista…. Tuttavia “gli scenari – ha sottolineato – dipendono da tre fattori cruciali” a partire dal grado di “fiducia di famiglie e imprese che si riflette nelle loro decisioni di spesa”. La situazione in Italia “sembra” meno grave e “più contenuta rispetto ad altri paesi ma i consumi sono frenati, c’è un risparmio che non è più forzato del periodo di chiusura ma è legato alla precauzione che tiene bassi i consumi”. C’è “uno stato di incertezza complessivo che ci accompagnerà per un certo periodo, ma nessun economista ha la sfera di cristallo. Non siamo in grado di prevedere il futuro”, ha concluso.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Caso camici: pm, moglie e cognato Fontana cercavano guadagni 'Loro azienda era in crisi per Covid, puntarono a riconvertirla'

Articolo successivo

Cgia, esploderà l'esercito degli abusivi