Austria, Ue latita. Vertice con Bulgaria, Croazia, Lettonia, Slovenia e Repubblica Ceca per piano vaccini

E’ necessario un meccanismo di correzione per la distribuzione dei vaccini contro il Covid-19 nell’Ue, a fronte delle carenze che si osservano da tempo. E’ quanto affermato dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz, al termine dell’incontro a Vienna con i primi ministri di Bulgaria, Croazia, Lettonia, Slovenia e Repubblica Ceca, rispettivamente Bojko Borisov, Andrej Plenkovic, Krisjanis Karin, Janez Jansa e Andrej Babis. Le consegne dei vaccini contro il coronavirus nell’Ue “non dovrebbero rimanere come sono”, ha sottolineato Kurz. Tuttavia, i capi di governo di Austria, Bulgaria, Croazia, Lettonia, Slovenia e Repubblica Ceca non hanno fornito dettagli sul miglioramento della distribuzione dei vaccini. Nella giornata di oggi  la questione dovrebbe essere affrontata da Kurz, Borisov, Plenkovic, Karin, Jansa e Babis con i presidenti della Commissione europea e del Consiglio europeo, rispettivamente Ursula von der Leyen e Charles Michel.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Flash mob dei titolari di palestre sotto il Pirellone. La giunta non li riceve

Articolo successivo

"Almeno riaprite i nidi e le scuole d'infanzia". Il Pd lombardo contro il governo dei migliori