Birmania: Aung San Suu Kyi ancora presidente del suo partito

di MARCO FERLIN

Aung San Suu Kyi è stata rieletta presidente della Lega nazionale per la democrazia (Lnd) nell’ultimo giorno del congresso del principale partito all’opposizione in Birmania. Lo ha annunciato una fonte del partito, che punta alla vittoria alle elezioni del 2015.

La Premio Nobel per la Pace – come scrive l’agenzia TmNews – è stata rieletta all’unanimità dai 120 membri del comitato centrale, ha precisato la fonte, mentre nessun candidato si è presentato contro di lei. Gli 850 delegati della Lnd sono riuniti da venerdì a Rangoon per il primo congresso nella storia del partito, a due anni dalle legislative in cui la Lega è data per favorita.

Il partito deve definire una strategia e voltare pagina sulla clandestinità, ma anche superare i “conflitti” interni, ha bacchettato ieri Suu Kyi nel corso di un intervento rivolto all’unità della Lega: “E’ molto importante che rimaniamo uniti in questo momento”, ha ribadito oggi la leader dell’opposizione birmana, chiedendo ai delegati di “non lasciare che i sentimenti personali mettano in pericolo il futuro del paese”. “Dobbiamo cogliere la nostra opportunità. In caso contrario, sarà una perdita non solamente per la Lnd, ma anche per il paese”, ha concluso.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Via Bellerio in vendita, dipendenti a casa: la Lega in liquidazione?

Default thumbnail
Articolo successivo

20.000 esuberi nelle banche. Via ai licenziamenti