Astrazeneca, Ema: rapporto rischi benefici resta positivo

La direttrice esecutiva dell’Ema Emer Cooke ribadisce che allo stato attuale dell’analisi in corso l’equilibrio fra rischi e benefici dell’assunzione del vaccino AstraZeneca resta ‘positivo’, pende cioe’ dalla parte dei benefici. In ogni caso ha aggiunto che il gruppo di esperti al lavoro all’Ema, di cui fanno parte anche esperti dei 27 Stati Ue, ‘continuano ad analizzare in modo approfondito tutti i possibili eventi collaterali della vaccinazione, bisogna completare le analisi nel modo piu’ rigoroso, il numero di casi (decessi – ndr) e’ molto piccolo, non sembra sia piu’ elevato rispetto a quelli che si registrano nella popolazione non vaccinata.

Cooke ha aggiunto: ‘Per noi mantenere la fiducia nel vaccino e’ un’alta priorita’ e per questo stiamo svolgendo analisi rigorose: nel gruppo che sta lavorando ci sono anche esperti di trombosi: sappiamo che migliaia di persone soffrono e muoiono di trombosi per molte’ ragioni: si tratta di stabilire se ci sono relazioni tra le vaccinazioni e gli episodi occorsi, se e’ la vaccinazione che ha contribuito a un decesso o se questo e’ dovuto ad altre cause’. Per ora, ha ribadito la direttrice esecutiva dell’Ema, ‘continuiamo a ritenere che i benefici del vaccino in questione siano superiori al rischio di effetti collaterali (avversi, cioe’ decessi – ndr), non vediamo indicazioni di correlazione’ tra la vaccinazione e quegli eventi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il Nord che non decolla. Terzo valico, a giudizio in 30 per presunte gare truccate.

Articolo successivo

Milano e Varese in testa nei contagi