ARTIGIANO SI IMPICCA NEL VENEZIANO PER VIA DEL MUTUO

di REDAZIONE

VENEZIA – Un artigiano-muratore, Federico Pierobon, 40anne residente a Martellago, nel veneziano, vittima della depressione e di problemi economici dettati dalla crisi si è suicidato. L’uomo, nella notte tra venerdì è sabato, avrebbe manifestato le proprie intenzioni alla ex fidanzata con un sms per poi impiccarsi nella propria abitazione. La donna, però, aveva il cellulare spento e si sarebbe accorta di ciò che stava accadendo quando la tragedia era ormai avvenuta. Corsa con un amico nell’abitazione della vittima avrebbe trovato il corpo e chiamato i soccorsi, ma ormai per l’artigiano non c’era più nulla da fare.

L’incubo del mutuo. L’uomo aveva avuto un rapporto sentimentale con la ex a fasi alterne e aveva manifestato da qualche tempo, ad amici e conoscenti, uno stato di disagio crescente. Da una parte i problemi personali che lo attanagliavano, dall’altra la difficoltà a lavorare ai ritmi di un tempo come muratore. Tra le cause del suicidio anche il fatto che la riduzione delle entrate per la scarsità del lavoro gli avrebbero reso difficile pagare il mutuo della casa.

Fonte originale: www.ilmessaggero.it

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

PREDICANO CONTRO I PRIVILEGI E VIAGGIANO IN ROLLS ROYCE

Articolo successivo

MINA SCENDE IN CAMPO: LA POLITICA SI RIFA' LA VERGINITA'