Tosi non molla e manda le lettere di richiamo. Una è per Zaia

di REDAZIONE

Sono arrivate questa sera via email, tramite le segreterie provinciali della Lega nord, le lettere di richiamo del segretario della Liga veneta, Flavio Tosi, indirizzate a dodici esponenti regionali del Carroccio, che nei giorni scorsi avevano commentato e criticato sui giornali il risultato elettorale del movimento. Tra le missive recapitate agli esponenti del Carroccio una è giunta anche al governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha preferito non commentare.

La lettera inviata da Flavio Tosi ad una dozzina di esponenti veneti del Carroccio conterrebbe un invito generico a non esporsi troppo sui media. I toni non sarebbero particolarmente duri e non verrebbe posto ai destinatari alcun aut-aut. Se il neo senatore Massimo Bitonci, indicato come uno dei destinatari della missiva, si limita a dire ”di non voler fare dichiarazioni”, altri fanno capire la loro rabbia. E’ il caso del consigliere veneziano Giovanni Furlanetto, anch’egli indicato tra i leghisti messi all’indice. ”Volete sapere cosa ne facciamo di questa lettera? – si sfoga – per noi equivale a carta igienica”. Piu’ diplomatico il sindaco leghista di Cittadella Giuseppe Pan, considerato vicino a Bitonci. ”C’e’ chi scrive lettere e chi le legge – sdrammatizza – . Ogni partito puo’ dire le sue, nel bene e nel male. Io sto con Zaia quando dice che tappi in bocca non se ne mettono”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bruno Vespa, Chavez e il plastico del capitalismo assassino

Articolo successivo

Fitch declassa ancora l'Italia: ora è BBB+