/

Arrighini (Grande Nord): nuovo polo sovranista Salvini, Alemanno, Storace sempre più lontano da reali necessità regioni produttive del Nord  

arrighini“La mancata riforma liberale dei Governi Berlusconi e la neo formazione sovranista e centralista di Alemanno, Salvini, e Storace, ci consente di affermare che Grande Nord è l’unico vero interprete di valori liberali e federalisti presente nello scenario politico alle prossime elezioni regionali e politiche. La specificità dei problemi del nord rispetto al resto del paese Italia, impongono l’azione politica di un movimento in cui si possa riconoscere la parte produttiva del Paese , la società più esposta alle sofferenze causate dalla crisi con particolare riferimento al ceto medio impoverito, le piccole, media imprese che devono essere lasciate libere di lavorare in un contesto di regole più liberali e al passo con i tempi”, così Giulio Arrighini, candidato alla presidenza di Regione Lombardia per Grande Nord.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

La toppata del Pd: "Gli animali sono pignorabili". Invece la legge lo vieta già!

Default thumbnail
Articolo successivo

Censis: società fondata sul rancore. Lavoro precario, avarizia dell'impresa, stupidità della politica. Cresce disprezzo per tutti partiti