ALTRA FORTE SCOSSA ALLE 21.20 IN EMILIA ROMAGNA

di REDAZIONE

Il terremoto sembra non dare pace agli abitanti dell’Emilia Romagna. A 14 giorni dal primo sisma che ha colpito la regione il 20 maggio, continua la paura: intorno alle 21.20 si è verificata una forte scossa tra le province di Modena, Reggio Emilia e Mantova: è stata avvertita chiaramente anche a Bologna, in Romagna e in Veneto. La magnitudo, secondo l’Ingv, è di 5.1. Le localita’ prossime all’epicentro sono Novi di Modena, San Possidonio e Concordia. Non si segnalano danni alle persone. A Novi di Modena è crollata la Torre dell’orologio, già gravemente danneggiata dalle scosse precedenti.

Poco dopo altri due forti vibrazioni. Alle 21.30 ancora un’altra scossa, questa volta di magnitudo 3.3, tra le province di Modena e Reggio Emilia. Quattro minuti più tardi la terra ha tremato ancora e con una magnitudo di 2.5.

Sempre in serata una scossa, sottolinea il Dipartimento della Protezione Civile, si è verificata alle 19.48 e ha avuto una magnitudo di 3.4. Nove minuti dopo la seconda, che ha avuto invece una magnitudo di 3.8. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Concordia sulla Secchia, San Possidonio, Cavezzo e Novi di Modena. Dopo la seconda diverse persone che si trovavano in edifici sono uscite all’esterno.

FONTE ORIGINALE: http://www.ilrestodelcarlino.it/

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

QUEL CHE DOVETE SAPERE PER ANDARE A LAVORARE IN SVIZZERA

Articolo successivo

IL FUTURO "CAPO" DEI PADANI CHE "ODIAVA" IL TRICOLORE