Allah, Allah, Allah! Sto alla Mecca o stoo a Lambrà

lambrate2

di LEO SIEGEL – Anno 1992, Roberto Marelli, poeta e scrittore meneghino doc, metteva in rima quanto segue:Allah, Allah,Allah/ mi so pù in dove stoo de cà !/ Allah, Allah,Allah/ sto alla Mecca o stoo a Lambrà?”.

Bella domanda, poi musicata dalla premiata coppia Roberto Brivio (ex Gufi) e Grazia Raimondi, assurta agli onori del Teatro Nazionale, e data alle stampe da un assessorato del Comune (La Milano della Memoria). Certo, non era ancora la bidonville del compagno Pisapia e dell’ epigono Sala, sindaco che c’entra con noi come i cavoli a merenda,  ma l’affresco era già istruttivo. E adesso?

Sala ha deciso di acculturarsi, ha voluto sapere cosa fosse Lambrà, gli hanno spiegato che è un territorio che prende il nome dal fiume Lambro. “Vorrei dare uno sguardo” la sua replica. Pochi giorni dopo raccontano che sia arrivata una sua cartolina a Palazzo Marino con l’immagine di un fiume Lambro. Non il nostro, evocato da Marelli, ma  l’ononimo del Mingardo-Cilento. Magna Grecia.

Print Friendly, PDF & Email

6 Comments

  1. Giá, siamo in molti ad esserci cascati purtroppo e nel frattempo abbiamo sprecato almeno vent’anni. Bisogna andare oltre questi traditori e ricomiciare, l’importante é non arrendersi alle angherie degli italiani!
    Il lombardo-veneto non é italia!

    • Io lo so, ma tutti gli altri, intendo veneti e lumbard, lo sanno..?
      La propaganda o peste trikolorita (fare gli italiani) colpisce quotidianamente specie i nostri bambini e qualche diciamo addormentato, come quello del camion se non peggio…
      Cosa aspettarsi poi da loro una volta grandi… d’eta’…?

  2. Allora se non ti va bene i loro ti andra’ bene il mio..?
    Scrivevo in tempi non sospetti che quando daranno l’ordine di colpire saremmo colpiti.
    Oh, scusa: oggi e’ stata colpita la Francia, ma lei sa perche’..!? A noi quando tocchera’..? Sara’ colpita per ultima e cioe’ dopo la capitolazione del resto d’europa..?
    Basta vedere il film “la battaglia di Algeri per davvero capirla… ovviamente se non sei un komunista. Si sa, i komunisti vedono da sempre solo rosso… tramonto..?
    Oggi, dopo aver collaborato con gli invasori con due o tre passaporti e pure kamikaze, loro, i komunisti, sanno tutto. E sempre loro, i komunisti, sono maghi… e guarda caso: festa della presa per il CU o no, mi sto sbagliando, volevo dire presa della bastiglia e giu’, dai senza risparmiare, morti a josa… di innocenti. Forse..? I bambini si e certamente… i grandi meno date le loro X fuori posto.
    Sto un po’ mescolando l’oggi col ieri e forse, pare di no, domani: ma sti sx sanno veramente tutto… ne’..? Dalle ultime dichiarazioni sentite in TiVi.
    Quando capitera’ nello stato komunista italiano che diranno i vari kompagni o meglio DISASTRI..?
    Che l’islam e’ moderato come lo e’ la loro onesta’..?
    Troppi libri tagliani lessero da giovani ed ecco il risultato: l’italia e’ uno stato komunista sebbene ha un nome da viver. Ma si, da bravi ragazzi.
    Perdonate se andando a braccio ho detto cose non condivisibili: siamo in demokrazia o no..?
    Salam

  3. La monotonia degli scritti di Siegel é veramente disarmante e d’altronde questa é la politica salviniana : euro, Bruxelles, immigrati, islam. Scrivere o dire qualcosa contro l’occupazione italiana della Padania no é ? E’ un tabú, é chiedere troppo a chi ha sottoscritto e giurato su uno statuto che prevede la lotta per la secessione della Padania dallo stato italiano al suo articolo 1, nevvero Siegel? E pensare che ho creduto alla vostra buona fede per molto tempo…che ribrezzo che fate.
    Padania Libera.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Ma quali riforme, la sinistra impone la dittatura del Partito-Stato

Articolo successivo

Una petizione per la Toscana libera!