Albertini: “Maroni, ti amo! Non fare la bambina e confrontati in tv”

di REDAZIONE

”Siccome ci interessa il confronto democratico piu’ che le parole vuote e perche’ vogliamo che gli elettori possano maturare una scelta consapevole ora, a distanza di 48 ore da San Valentino, caro Bobo, posso dirtelo: ti amo!”. Con queste parole postate su Facebook, Gabriele Albertini vuole convincere Roberto Maroni a partecipare al dibattito di martedi’ a Sky fra i candidati governatore della Lombardia. ‘

‘Dai – continua il candidato centrista rivolgendosi al leader della Lega, come riporta una nota -, non mettere su il broncio e fai il bravo: pensavo che un barbaro sognante avesse una forza d’animo superiore a quello di una bambina. Se vieni a Sky, ti regalo una scatola di cioccolatini: promesso”.

FONTE ORIGINALE: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

4 Comments

  1. Le pulizie di Pasqua funzionano poco
    LA LEGA 2.0 con Maroni Ha paura di confrontarsi con
    Albertini dopo l’ennesimo scandalo::
    Dai giornali leggiamo:

    Un’ondata di fango starebbe per abbattersi su Roberto Maroni. Ma anche, sull’intera Lega Nord!
    I pubblici ministeri di Napoli che indagano sulla corruzione e sulle tangenti in merito alle commesse internazionali di Finmeccanica, hanno interrogato di nuovo Lorenzo Borgogni, direttore dell’ufficio relazioni esterne del colosso industriale per più di dieci anni.
    E le rivelazioni di Borgogni sono state esplosive: “Una delle più importanti società controllate dal gruppo, la Agusta Westland, che produce armamenti militari, in una commessa per 12 elicotteri da parte del governo dell’India, ha gonfiato i conti per oltre dieci milioni di euro, in modo da ricavarne una tangente per venire incontro alle “esigenze dei partiti” e soprattutto della Lega Nord”.
    E’ una rivelazione bomba che se troverà tutti i riscontri (e finora Borgogni si è dimostrato affidabile) inguaia la Lega ma anche e soprattutto l’immagine del suo nuovo leader Maroni.
    Non è un mistero infatti che il manager di allora della Agusta Westland, Giuseppe Orsi, è molto vicino alla Lega e in particolare a Roberto Maroni. E che anche grazie alla spinta di Maroni è diventato manager di tutto il gruppo Finmeccanica nel 2011. L’unico manager di un grande gruppo a capitalizzazione statale in “quota” Lega Nord.
    Le famiglie Orsi e Maroni hanno grande frequentazione, anche perchè la moglie di Maroni, Emilia Macchi, da 25 anni lavora in una controllata di Finmeccanica, la Aermacchi e di recente è stata promossa grazie a una delibera del consiglio di amministrazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Sardegna, Doddore non si trova. Ma un po' tutti se ne fregano

Articolo successivo

Firmato il "patto di Sirmione": per fare qualcosa o si finisce male!