AL VOTO 1 – Elezioni, la prima data è il 2 ottobre

Nei palazzi della politica si ipotizzano i tempi per i prossimi passaggi istituzionali e politici per il Governo Draghi. Dopo le sue dimissioni a Sergio Mattarella,  il presidente della Repubblica si potrebbe prendere qualche ora per riflettere, poi già oggi potrebbe incontrare i presidenti delle Camere che, come prevede la Costituzione, devono essere ascoltati prima di poter sciogliere le Camere. A quel punto il Capo dello Stato avrebbe tutti gli elementi necessari a compiere la sua scelta, che tutti prevedono sia lo scioglimento del Parlamento per un voto in autunno. La data e’ decisa dal Governo, ma in base al calendario la data piu’ probabile e il 2 ottobre: devono infatti pasare tra i 60 e i 70 giorni dal giorno dello scioglimento e il 25 settembre si celebra una festa ebraica, mentre solitamente si evita la coincidenza con festivita’ religiose.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bernardelli: Ha ragione il Whashington Post, i partiti italiani si sentono superiori a Draghi e Salvini si sente eterno e vincente

Articolo successivo

L'AGONIA DEL NOSTRO GRANDE FIUME. PO AL 10% DELLA SUA PORTATA