Al Trivulzio ritirate 200mila mascherine dopo dubbi dipendenti

I vertici del Pio Albergo Trivulzio hanno deciso di ritirare 200mila mascherine KN95 di produzione cinese e di non distribuirle più nei diversi reparti della struttura. L’iniziativa è stata presa dopo i dubbi sollevati da alcuni dipendenti che si erano resi conto che sulle scatole delle mascherine e sugli involucri di plastica che le avvolgevano c’era la scritta “non medical” (no per uso non medico, ndr.). In alcuni casi, poi, sulle mascherine stesse non era stampigliato il marchio CE, che certifica la compatibilità dei Dpi di importazione con le normative europee. La normativa italiana ha effettivamente equiparato le mascherine KN95 alle FFP2, a patto che riportino il marchio CE e siano accompagnate da un bugiardino o da indicazioni anche in italiano. In ogni caso, per essere sicure, vanno indossate per un massimo di 4 ore continuative e non devono essere usate in reparti dove c’è una elevata quantità di droplet, come i reparti Covid o le rianimazioni. Questo tipo di mascherine sono utilizzate correntemente dai soccorritori del 118. Al Trivulzio ad indossarle erano medici, infermieri, Oss e personale che lavora quotidianamente nei reparti, a contatto con i pazienti.

“Questa precauzione dimostra che al Trivulzio c’è la massima trasparenza”, ha spiegato il professor Fabrizio Pregliasco, virologo e supervisore scientifico del Pio Albergo Trivulzio. “Purtoppo – ha chiarito – queste situazioni capitano in tutta Italia e in tutto il mondo. Succede che un ospedale o in una struttura di cura si trovi con una partita di materiale sanitario non idoneo”. La decisione di ritirare le mascherine, però, per Pregliasco è indice che “al Pio Albergo Trivulzio c’è la massima attenzione per pazienti e dipendenti e la massima prudenza”. Adesso la preoccupazione dei dipendenti è che, dopo la decisione di sospendere la distribuzione di queste mascherine, al Trivulzio possa verificarsi una carenza di dispositivi di protezione individuale, proprio nel bel mezzo della seconda ondata della pandemia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Trump non accetta sconfitta. E prepara comizi per continuare campagna elettorale per riconteggio voti

Articolo successivo

Piemonte in ginocchio. Ospedale da campo al Valentino