Adro: Lancini in sciopero della fame. Lega sospende corteo

di REDAZIONE

Su richiesta della famiglia di Oscar Lancini, la Lega Nord ha deciso di sospendere qualsiasi manifestazione in sostegno al sindaco di Adro, ai domiciliari per una vicenda di appalti irregolari. E’ quanto comunica la Lega lombarda, in una nota. Congelata cosi’ l’iniziativa del segretario nazionale, Matteo Salvini, che, nella manifestazione di domenica scorsa, aveva minacciato azioni clamorose (“Se, tra una settimana non l’hanno liberato, verremo a liberarlo noi”, aveva detto). Intanto, il sindaco – si legge nella nota – sta “proseguendo a oltranza lo sciopero della fame per protesta contro gli arresti domiciliari”. “Per questa ragione i suoi familiari hanno chiesto a Salvini di sospendere qualsiasi manifestazione di solidariteta’, per ritagliare qualche giorno in attesa – auspicano – di buone notizie”.

“Il nostro Oscar Lancini continua con il suo sciopero della fame, e la sua famiglia chiede qualche giorno di tranquillita’ in attesa, si spera, di buone notizie”, commenta Salvini su Facebook. “Sempre piu’ convinto che sia un attacco alla Lega fondato sul nulla, per rispetto della volonta’ della sua famiglia sospendiamo per ora altre manifestazioni. Per qualche giorno pero’, non di piu’. Un padano arrestato ingiustamente, e’ follia. Oscar, riprendi a mangiare: abbiamo bisogno di te sano, in forze, pronto con noi alla battaglia”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Caso Cancellieri, paradigma di un paese putrido

Articolo successivo

Nella Verona del sindaco Tosi spunta anche la 'N drangheta