Zamparini scende nel campo della politica. E pensa di appoggiare Grillo

di TONTOLO

“Se i nostri rappresentanti e quelli di Grillo trovassero una collaborazione, non ce problema ad appoggiarlo, cosi come potremmo appoggiare una giovane sinistra o destra”. Lo ha detto il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, che ha presentato a Udine un accordo tra il suo Movimento per la gente e una lista locale, riguardo al posizionamento del movimento rispetto alle elezioni nazionali. “Noi abbiamo sempre detto che appoggeremo quelle liste che porteranno avanti il nostro programma in favore della gente” continua e non esclude lipotesi di appoggiare il movimento di Beppe Grillo: “Io condivido le proteste di Grillo, ma non il suo atteggiamento attuale di chiusura alla collaborazione con qualsiasi movimento quando invece la collaborazione e il movente per una nuova politica”. “Per le elezioni nazionali non abbiamo ancora deciso chi appoggiare – conclude – ma ci sara un documento, penso lunedi, con il nostro programma e sulla base di quei contenuti vedremo quale partito potra avere il nostro appoggio altrimenti saremo per il non voto”.

Ecco, ci mancava pure il vulcanico Zamparini a scendere in campo nella politica (evidentemente quella nei campi di calcio non gli basta). E il suo rischia di essere un appoggio appetito, perché l’uomo non manca di palanche…

Print Friendly, PDF & Email

5 Comments

  1. Indipendentemente da Zamparini. Considero la questione delle non alleanze una stronzata…
    La posta in gioco é troppo alta per star ancora aggrappati a principi autolesionisti. Da soli non andiamo da nessuna parte, mentre i nostri beneamati politici si incestano in tutte le salse pur di mantenere la poltrona.
    Se noi aspettiamo di avere la maggioranza assoluta in parlamento per poter attuare il nostro programma allora possiamo giá tirare i remi in barca perché siamo destinati a cadere nel dimenticatoio anche considerando la mentalitá degli italiani.
    Grillo ha il grandissimo pregio e vantaggio di essere stato il pioniere di questo modo di pensare all´”inticasta” diciamo e negli ultimi 5 anni ha fatto notevolissimi passi avanti e raccolto consensi a piene mani, ma ora non basta piú.
    Numerosi sono ora i nuovi movimenti anticasta, antieuropa, antisprechi etc che, soprattutto in questo periodo di crisi, sono nati e ognuno raccoglie un congruo numero di seguaci. Bisogna cheGrillo cerchi fra questi quelli che piú si assomigliano ideologicamente al M5S e con loro agire sinergicamente, uniti in un unisco obiettivo, e cioé ripulire il parlamento da tutto quel sudiciume attuale e restituire la nazione al popolo. L´UNIONE FA LA FORZA!
    Comunque sempre forza M5S.

    • Alleanza vuol dire compromesso. Perchè Zamparini vuole allearsi invece di confluire ? Forse non gli stanno bene tutti i punti di Grillo ?

      Cerchiamo un attimo di fare mente locale. Zamparini è un lombardo che un giorno decide di svernare in Sicilia dove fa fortuna. Perchè ? Ha goduto di concessioni particolari dai politici del posto ? E’ questo che sta cercando di trattare con Grillo ?

  2. sig. zamparini.. il M5S non si allea con nessuno x una questioni di principio… questo xrò non centra niente col il bene comune.. quando la sua lista sarà votata in un comune-regione-parlamento ecc…. ove presenti eletti M5S, potrà star certo che i ragazzi discuteranno e voteranno qaulsiasi proposta che fosse coerente col loro programma e nell’interesse dei cittadini… le suggerisco di (se vuole veramente impergnarsi x il prossimo)pensare come aiutare le persone… magari nel suo territorio…
    sperando che non sia il solito imprenditore ricco truffaldino
    cordialmnete

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Non produrrò più reddito per mantenere questi parassiti

Default thumbnail
Articolo successivo

Le finanziarie di Monti? Per il 70% aumento di tasse