ZAMPARINI: FORCONI SICILIANI E FRIULANI POSSONO UNIRSI

di FRANCESCO LAMIANI da www.blogsicilia.it

Per una volta non parliamo di calcio, anche se la tentazione è forte. Tuttavia il dibattito innescato dopo la trasmissione di giovedì scorso ‘Servizio Pubblico’ e dopo l’articolo de La Padania in cui viene tirato in ballo era doveroso scambiare quattro chiacchiere con Maurizio Zamparini.

Presidente, come commenta questo articolo de La Padania e le dichiarazioni che vi sono riportate?

“Non lo commento e basta (ride ndr). Io in trasmissione da Santoro ho detto solo che Castelli fino a qualche mese fa stava al Governo e basta. Vedete, in questo momento, la Lega Nord è in grande difficoltà e cerca di tenere saldo il rapporto soprattutto con le parti più intransigenti della propria base. Si tratta di un movimento di protesta che ha avuto il voto di quanti, al nord, volevano vedere dei cambiamenti reali. E sono consensi che non prenderanno più!”

Lei conosce bene sia la realtà settentrionale che quella del sud, che idea si è fatto di ciò che sta accadendo?

“Vi dico che i Forconi della Sicilia sono uniti ai Forconi friulani senza nessun problema, i commercianti padani sono uniti a quelli siciliani. Insomma la gente vera non vive questi estremismi della Lega. Lasciamoli stare, anche perchè stanno sparendo da soli”.

Ma non è che abbiamo imboccato una deriva secessionista anche da Sud?

“Non credo. Semmai una questione federalista, ma non come la vede Bossi. La Sicilia è una delle terre più ricche d’Italia. Se fosse applicato lo Statuto, con ciò che possiede (petrolio, agricoltura, energia) avrebbe già tutto e potrebbe veramente infischiarsene e vivere serena. Piuttosto torniamo fra la gente, capiamo i disagi reali di questo Paese!”

Sembra di essere tornati ai primi anni Novanta, dopo Tangetopoli, anche allora c’era in clima simile…

“Ma allora non eravamo in recessione! Oggi ci sono persone che perdono il posto di lavoro, c’è chi non ha fiducia nel futuro e c’è addirittura chi si uccide…E purtoppo non è solo una questione italiana. Certo, da noi c’è stata anche una cattiva amministrazione, ma è un disagio che si vive in tutta Europa”.

Ecco la vostra idea, il Movimento per la Gente…

“Noi, attraverso il Movimento, cerchiamo di fare una rivoluzione del cuore, pacifica. Pensiamo solo ai problemi della persone che non sono quelli che raccontati da Bossi, Berlusconi o Monti, che vivono lassù a Roma, o quelli descritti dagli stessi giornalisti, sempre a parlare di spread, bce, bond, che scendessero fra la gente!

Ma lei dice che non scenderà mai direttamente in politica, giusto?

“Proprio così. Ecco, il Movimento per la gente appoggerà quei giovani politici – che spero vengano fuori al più presto – a partire dalle elezioni Amministrative, ma senza diventare un partito. Cioè se le idee e le proposte di un determinato candidato risponderanno alle nostre istanze non esiteremo ad appoggiarlo. La rivoluzione pacifica comincia da qui”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. CARLO MASSONE says:

    SCUSATE IL DISTURBO ANCORA PER POCO . SONO COSTRETTO AL SUCIDIO COME TANTISSIMI ARTIGIANI GIUSTUZUATIO DA GIUSTIZIUOPOLII E IN..EQUTITALIA !!VEDI SU GUGOL , SIG. CARLO MASSONE == SU; ACCADEMIADELLALIBERTA’ === SU ;PERCHIUNQUEHACOMPRESO ?? SU; STOP. RIVISTA DI SETTEMBRE , PAGG. 62 .63– VOLEVO FARE IL CAMIONISTA ! NON L’ASASSINO !!DOPO TRENTA ANNI !! TRUFFATO, MASSACRATO DA COLLAUDOPOLI , INSABBIOPOLI , GIUSTIZIOPOLI ! ORA COSTRETTO AL SUICIDIO !! VITTIMA DEL SISTEMA CORROTTO !! KASTA ! IN SPREGEGIO A http://WWW.VITTIMESTRADA,ORG !! PER TUTTI !! PRICOLO PUBLICO !! GRAZIE !! DIVULGATE !!masone.carlo@libero.it,

  2. sciadurel says:

    non ho mai capito perchè si continua a magnificare le “famose” ricchezze del sud, ma appena si accenna a qualche riduzione (anche piccola) dei nostri trasferimenti al mezzogiorno, iniziano i pianti isterici e le minacce di tutti gli unitaristi mafiosi e tricoloruti

    • rosario says:

      beh gli unitaristi mafiosi e tricoloruti son stati creati apposta per quello. Dal 1860 al 1875 il regno d’italia teneva 180.000 soldati nel meridione per combattere il brigantaggio(?!?!?) I galantuomini che rubavano dalla casse pubbliche quel poco che c’era alla fine ha creato e protetto questa criminalià.

      Al nord ti fanno vedere che ci sono servizi e se non paghi le tasse… ti fanno ispezioni a non finire, salvo che se sei nelle associazioni di categorie giuste (traduzione spiccia?..) eviti le visite improprie.

      Giù lo sperpero pubblico che non crea nessun servizio, e pertanto sarebbe corretto dire a cosa serve pagare le imposte se non ci sono servizi pubblici. Allora ci sono le associazioni criminali che raccolgono i fondi, certo non potrai mai avere una pezza giustificativa per gli oneri richiesti.

      Ma il problema è sempre quello, ma quando mai un governo abbia mai fatto qualcosa per ridurre le spese pubbliche, sempre tutti a man bassa. Poi quelli che manovrano in alto, sono i primi a gestire a come non pagare. Mai che ci sia trasparenza nelle cose pubbliche…

      Sono un lavoratore dipendente, perciò mi prendono già tutto il dovuto… ormai lo stipendio come sto mese è rimasto decurtato, tutti si sono aumentati le prebende…

      Cmq sig. Carmelo la vera rinascita ci sarà se tagliando la testa al toro con la dichiarazione d’indipendenza delle varie regioni o territori. Il debito pubblico? Lo lasciamo al paga, tanto è esentato…

  3. Ma quando una persona, che si chiami Zamparini, Brambilla o Esposito, parla dell’impossibilità di fare impresa in Sicilia come in Friuli, in Piemonte o in Puglia, dov’è che sbaglia ? Dov’è la contrapposizione ?
    Accenna, se ho capito bene, ad un “federalismo di persone” piuttosto che di territorio perchè i parassiti, se pure in percentuali diverse, esistono a Palermo e Roma ma anche a Torino, Milano e Venezia e, fortunatamente e contemporanemante anche il ceto produttivo (beninteso in percentuale diverse anche questo).

  4. Luke-Sun_Tzu says:

    Sì, i forconi siciliani comprese le infiltrazioni mafiose? Ma vai a cagare, valà, arteriosclerotico ignorante come una capra.
    E che tristezza vedere relegati i movimenti indipendentisti alla cerchia degli “estremisti leghisti”.
    Ma vabbè, parla un mentecatto.
    Veneto libero!

  5. Rosanna says:

    In Italia, non solo da ora, nascono partiti e movimenti più dei funghi. Con quello che sta succedendo penso ne basti uno nuovo il PARTITO PER IL POPOLO che si contrapponga a quello esistente…partito delle banche a quanto pare molto compatto.

Leave a Comment