Zaia: Veneto pronto alla rivoluzione. Formigoni: facciamo solo 3 Regioni

di REDAZIONE

”Il regionalismo e’ finito? Roma e’ sempre stata centralista, in ogni sua scelta, ma il Veneto e’ pronto alla rivoluzione, alla secessione”. Cosi’ il governatore del Veneto Luca Zaia al dibattito ieri della Lega Nord Piemont con il collega del Piemonte, Roberto Cota, e il vicepresidente della Lombardia Andrea Gibelli. ”Quel popolo – ha detto – che oggi e’ sbigottito da quei cialtroni come il Batman del Lazio, ha sempre voluto il regionalismo, il federalismo, l’autonomia ed il Veneto vuole l’indipendenza. Perche’ – ha concluso – noi leghisti non siamo come tutti gli altri e sappiamo quali sono i nostri nemici”.

Il Veneto e ‘ pronto alla rivoluzione e ci e’ ben chiaro quali sono i nostri nemici: statalismo, centralismo e tutti quelli che sono contro l’autonomia”. Lo ha rimarcato sempre Luca Zaia: ”Stiamo assistendo a una secessione latente: le imprese – ha spiegato – sono costrette a chiudere e si perdono i posti di lavoro”.

E stamattina, intervenendo gli Stati generali del Nord, il governatore veneto ha detto: “Se adesso spira questo vento contro le Regioni, allora si faccia un referendum fra tutti i cittadini e si chieda loro se vogliono elimnare le Regioni e buttarsi nell’abbraccio mortale con Roma”. Zaia non l’ha detto apertamente, ma davanti a una prospettiva del genere è convinto che il Veneto imboccherebbe un’altra strada.

Indirettamente gli ha risposto da Milano Roberto Formigoni: per ridurre i costi della politica propone di diminuire drasticamente il numero delle regioni portandole dalle attuali 20 a solo 3: nord, centro e sud. Il presidente della Lombardia lo ha spiegato ai giornalisti arrivando  al convegno ‘Ripartiamo dal nord per far crescere l’Italia’. ”Dico che e’ arrivato il momento – ha spiegato – di porre il nodo del riordino delle regioni che sono troppe e troppo piccole. Ci vogliono meno regioni e regioni piu’ grandi”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. Culitto Salvatore says:

    ”Il Veneto e ‘ pronto alla rivoluzione e ci e’ ben chiaro quali sono i nostri nemici: statalismo, centralismo e tutti quelli che sono contro l’autonomia”. Lo ha rimarcato sempre Luca Zaia”
    in effetti… non siamo come tutti gli altri, siamo peggio, per fortuna il “siamo” è riferito solo alla classe dirigente (politici) perchè mi rifiuto di credere che il popolo veneto possa credere a simili fesserie, vi prendono in giro, passereste da un padrone ad un altro (e i siciliani in materia sono piuttosto…ferrati), l’autonomia serve solo ai loro interessi e alle loro tasche, se volete autonomia e indipendenza dovete chiedere anche libertà, libertà da simili cialtroni, la mafia sono loro e quelli come loro, non un montanaro ignorante e bigotto di un paesino sperduto della sicilia che più che parlare alle mucche non sa fare, la mafia è in giacca e cravatta, è molto organizzata ed è pagata dai cittadini italiani che li votano pure (e la mafia sta dove c’è il denaro), liberatevi da questa gente, da questi politici corrotti e poi avrete la vera indipendenza
    (e sopratutto andate a scuola che la cultura aiuta a pensare e a liberarsi da falsi preconcetti, anche se fa restare, ahimè, disoccupati)

    • Culitto Salvatore says:

      quasi dimennticavo
      “porre il nodo del riordino delle regioni che sono troppe e troppo piccole. Ci vogliono meno regioni e regioni piu’ grandi”
      ma non si è fatta una colossale campagna per dare più potere ai comuni, per la “decentralizzazione”, non si rompe l’anima con l’autonomia per poi dire che si devono fare regioni più grandi e quindi centralizzare tutto? mah sti politici sono tutt’altro che degli incompetenti, sono dei fenomeni, riescono a dire tutto e il contrario di tutto, e a farsi credere!

  2. lavoratore italiano says:

    volete il veneto indipendente? ecco spiegato il perchè…
    siete evasori ladri e imbroglioni ora che arriva il conto da pagare volete scappare, bravi!, no il veneto non si autodichiarerà indipendente, dopo che avrete saldato il debito con lo stato italiano e TUTTI gli italiani allora il veneto potrà essere buttato fuori dall’italia, perchè non meritate di essere chiamati italiani siete la vergogna della penisola

    Finanza, evasione in Veneto
    350 milioni di euro in 4 mesi
    http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2012/3-maggio-2012/finanza-evasione-veneto-350-milioni-euro-4-mesi-20120463330.shtml
    È pari a quasi 350 milioni di euro l’ammontare dell’evasione fiscale accertata nei primi 4 mesi del 2012 in Veneto dalla Guardia di Finanza, che ha denunciato 274 persone e ne arrestato altre 12 per frode fiscale

    Ma al Nord evasione fiscale record in Veneto sparisce il 22,4% del reddito
    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/05/15/ma-al-nord-evasione-fiscale-record-in.html
    Il Paese in complesso ne esce male anche se, contrariamente ai luoghi comuni, la quota di reddito nascosto è più alta al Centro-Nord, con il 19,3 per cento, che al Sud (il 18). Al Veneto, nella classifica dei meno virtuosi, seguono le Marche (22 per cento di ricchezza evasa). Ma a parte un intermezzo fra il terzo e quarto posto – Basilicata (21%) e Calabria (20,6 per cento, pari merito con l’ Emilia Romagna) – è l’ Italia del Centro Nord a dominare la parte alta della graduatoria. Lombardia e Sicilia, regioni con notevoli differenze nel livello di vita, evadono quote simili (17,6 per cento la prima, 17,2 la seconda).

    Evasione fiscale, arrestati
    due professionisti
    http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/05/24/news/evasione-fiscale-arrestati-due-professionisti-1.5148840
    Oltre 12 milioni di euro la base imponibile recuperata a tassazione, tre milioni l’Iva dovuta e 6 milioni le fatture per operazioni inesistenti accertate

    http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/03/30/news/maxi-evasione-fiscale-ora-tremano-in-mille-1.3750529
    movimentava merci e manodopera per un ricavo annuo (in bianco) pari a 43 milioni di euro, e pensare alla mole dell’imponibile non dichiarato: 102 milioni di euro in sette anni.

    e questi sono solo alcuni articoli citarli tutti sarebbe stata un impresa titanica

  3. Alberto says:

    Ormai, da ex leghista, questo mi sembra un improbabile tentativo di riprendere i voti persi (la lega avrà perso più della metà dei voti), sono solo chiacchiere x far finta di essere “tornati” duri, ma poi tutto questo non lo faranno mai…vogliono solo far cadere le persone nella trappola che portano avanti da ormai più di 20 anni senza nessun risultato. Il fatto è semplice: passando da Roma vuol dire che si è interessati solo alle “careghe”, ed è ovvio che queste intenzioni, anche se fossero vere, non sarebbero mai supportate da Roma che non si può privare dei soldi del Veneto e più in generale del Nord. E sinceramente non approvo solo una fallimentare autonomia, o una maxi regione per essere comandato da Milano…nè Roma, nè Milano!!! SOLO VENEZIA…Veneto, Friuli VG, Trentino, e se vorranno SudTirol e Lombardia orientale: uno stato di circa 10 mln di persone confederato, diviso in cantoni stile Svizzera, ma non cantoni con i confini delle attuali regioni: per esempio il SudTirol dovrebbe far cantone per conto suo, Trento insieme a Belluno per politiche montane comuni, la Venezia Giulia divisa dal Friuli…

  4. Trasea Peto says:

    ZAIA FIOL DE UN TALIAN

    Zaia vassallo de’l paron talian
    el stà ben co ƚa sapa in man
    Spumante, sagre e inaugurasión
    tanto paga el veneto poentón.

    El radicio lu el ga in mente,
    dee Venesie no ghe ne frega gnente,
    Gnari de brespe el ga in caza
    ke lo becàse dove el sol no ƚo baza

    Federaìxmo, devolution e secesión
    me par mi el fàe na gran confuxión,
    dee Venesie indipendenti no ghin sà gnente
    se vede ke co el talian lu el ghe xe parente.

    Senpre in riga co ciama parón Bossi
    par Veneto City el stropa anca i fosi
    Sublagunare, Mose e altre magnarìe
    serve a far laorar canaye, amisi e xie.

    Criar el morto da’l talian
    xe el mestiér ke ghe dà el pan
    Xente sara baraca e parfìn se copa,
    liberarse da’l Stato italia voya ghe ne ga poca.

    Antenore e Marcantonio Bragadin
    xe ƚa xente ke me sento pi visìn.
    Pitosto de sto Alberto da Giussan
    vao inte’l me bel ponte de Bassan

    Contro el kebab e par ƚa padania
    xe venti ani ke tanti ghe magna
    Semo stufi de mantegner sta xente,
    co te ghe ƚo dizi no I ghe sente.

    Ghémo ƚe tasse pi alte d’Europa
    par aver in man na sopa.
    Sior Zaia te me ƚo fè dir:
    ma và in mona o soto un tir!

  5. kummel says:

    La parola a Bitonci, arbiter unico!

  6. Sandro says:

    Semmai dividiamo in 5 parti:Nord, Centro-Nord, Centro, Centro-sud e Sud. Mi sembra meglio amalgamato, che rispecchia al meglio le similitudini socio-economiche tra le regioni attuali

  7. fabio ghidotti says:

    qui tutti parlano di modifiche dall’alto, e quindi non possono che andare in direzione centralista.
    E’ inutile stare dietro a queste chiacchiere, bisogna concentrarsi solo sul lavoro storico-culturale.

  8. lancillotto says:

    Formigoni, assa star ea Venexia, anca soo col pensiero.

  9. antileghista says:

    Zaia, solo parole vacue ed inconcludenti, a te interessa solo la carega come tutti, se tu fossi in sicilia spareresti le stesse cazzate, solo che da un’altro pulpito.

  10. Homo Liber says:

    “Impossibile” è solo una parola pronunciata da piccoli uomini che trovano più facile vivere nel mondo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo.
    “Impossibile” non è un dato di fatto, è un’opinione…
    “Impossibile” non è una regola, è una sfida…
    “Impossibile” non è uguale per tutti…
    “Impossibile” non è per sempre…

    “Impossible” is nothing.

    Cassius Clay (Muhammad Ali)

  11. Luigi Cifra says:

    toh, se ne gà inacorto desso.

  12. danese mauro says:

    Corajo…. Luca Corajo…. Se dopo taca’ te trovi dell’altro ..prndi in mano la Storia diventan non gestore ma protagonista. CORAJO momenti eccezionali necessitano di decisioni eccezionali. ….. Anche senza passar par Verona queo pensa solo a Roma.

  13. tiziano says:

    IL NUOVO bOSSI …VENETO!!!!!STORIA SCRITTA PER ILPROSEGUO!!!!

Reply to tiziano Cancel Reply