Zaia: “Voterei un progetto di legge per il Veneto Indipendente”

di REDAZIONE

“Se venisse presentato un progetto di legge per il referendum consultivo per l’indipendenza del Veneto io lo voto”. A dirlo il presidente della giunta regionale, Luca Zaia a margine del consueto punto stampa a Venezia.

“Se si presentasse una richiesta di progetto di legge – ha spiegato – per indire un referendum consultivo indirizzato ai veneti sull’indipendenza della regione io lo voto . Se c’e’ lo votiamo e lo sosteniamo, basta che lo presenti un consigliere”. “Io – ha precisato Zaia – non presento né firmo nulla per evitare che si dica che c’è un progetto di legge del presidente. Finora – ha spiegato il governatore – ho firmato un solo progetto di legge sulla commissione d’inchiesta”, ha concluso.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

37 Comments

  1. alberto says:

    qualcheduni poe dirme dove ne porta el referendum consultivo?invese de uno propositivo?solo bolzan e la valle de aosta i poe..perdemo altro tempo?
    na volta a zaia ghe go dito…ricordate la to patria veneta….desso..
    la to ora la xe rivà….movete….

  2. Sante Carraro says:

    ECCEZIONALE :: 12 FIRME
    per convocazione straordinaria Cons.Reg.Veneto.
    per domani 6 Giugno si raggiungono le 15 firme richieste.
    ….entro Giugno si voterà in aula sulla data del REFERENDUM.
    =============================================
    === LIVE FREE OR DIE === W S M ==
    =============================================
    SerenissimiSaluti

    http://indipendenzaveneta.net/quota-12/?fb_action_ids=376685395771345%2C376618172444734%2C376617902444761&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&action_object_map={%22376685395771345%22%3A487189128024731%2C%22376618172444734%22%3A579686538719084%2C%22376617902444761%22%3A177033992460013}&action_type_map={%22376685395771345%22%3A%22og.likes%22%2C%22376618172444734%22%3A%22og.likes%22%2C%22376617902444761%22%3A%22og.likes%22}&action_ref_map=[]

  3. Fabrizio says:

    Certo che Zaia ha un bel coraggio a sparare cazzate del genere. Intanto, è già grave che un presidente di regione non sappia e non conosca il percorso istituzionale necessario per indire un referendum consultivo. Ancora più grave, è la cazzata della necessità di un progetto di legge, ovvero che sia necessario redigere un progetto di legge regionale per indire un referendum consultivo. E’ proprio lo Statuto regionale a stabilire che si tratta di un referendum consultivo, quindi che sia necessario redigere un progetto di legge per indire un referendum consultivo già previsto dallo Statuto è una cazzata colossale. Diciamo le cose come stanno : il progetto di legge serve a Zaia solo a salvarsi dalla corte dei conti che potrebbe chiedere alla giunta regionale il pagamento del costo dell’operazione referendaria. Per evitare che ciò accada è sufficiente una delibera del consiglio regionale che stabilisca la necessità della regione Veneto di APPLICARE quanto è stabilito dal diritto internazionale E DALLO STESSO STATUTO regionale. In sostanza, su mandato dell’ONU il parlamento italiano ha dovuto adottare la legge 881 relativa ai diritti di autodeterminazione, per la stessa ragione, l’ente regionale può fare altrettanto e adottare la delibera di cui sopra, senza che nessuna corte dei conti possa chiederne conto per i costi. In altre parole, se un provvedimento legislativo è stato ratificato attraverso una legge, il compito di un governo nazionale o regionale è quello di dargli corso e applicazione. In assenza della sua applicazione, è sufficiente una delibera del consiglio che ottemperi ed un eventuale referendum consultivo popolare regionale, servirebbe come garanzia delle volontà popolari. Quindi, la corte dei conti può tranquillamente occuparsi d’altro.

  4. sante says:

    URGENTISSIMA:
    =============
    rumors testimoniano una adesione esplosiva di firme
    alla prop. di legge reg. 342 di S.Valdegamberi.
    La correlazione suppone una relazione favorevole della commissione Risoluzione44.
    ==============================================
    PROGRESS IN REVOLUTION: LIVE FREE OR DIE==W S M
    ==============================================

  5. Giorgio. says:

    Sempre proclami… se vuole può farlo anche subito.
    Son solo chiacchiere

  6. Alterego says:

    Zaia vai avanti fai votare i veneti della regione italiana chiamata Veneto, è oggi la sola possibilità che hai.
    Vedrai che subito dopo si aprirà una falla immensa, un vero effetto domino.
    Cerchiamo tutti di vedere la realtà con occhi più aperti, senza l’italia si potranno fare mille cose, compresa quella di riunificare i veri territori veneti oggi dispersi volutamenmte tra diverse regioni italiane.

  7. mv1297 says:

    Ma lo sapevate che Zaia ha fatto chiudere l’unico sito web redatto in lingua veneta solamente perché stavano scrivendo alcuni fatti hot di cui sarebbe stato coinvolto? E sapete a chi si rivolse per ottenere questo? Al Ministro degli Interni di allora, un certo Maroni….
    Purtroppo l’avevo votato anch’io a suo tempo ma onestamente parlando, non credo sia tanto amante della propria terra… perciò non credo che farà il passo nella direzione che auspicheremmo, anzi…

    • gianluca says:

      Vorrei vedere cosa farebbe lei, caro anonimo, se qualcuno si impicciasse della sua vita privata!

      • Bortolo Manin says:

        C’è anche da dire che la vita privata di un personaggio pubblico, tutta, dovrebbe essere trasparente come una vetrina dell’upim, quantomeno nel periodo del suo mandato. In USA, se ci scappa un caffè con la stagista sei fottuto, e non si va a frignare dal giudice, ci si dimette e basta perchè si è fatta la monada. Punto.
        Qui no, qui ci si rivolge a mammina perchè “ngheee lui mi ha visto il pisellino!” Troppo comodo non ammettere infiltrati nel backyard, salvo intanto tenersi ben stretta la carega sotto al culo!

        Io non avrei timore di nulla, il mio passato è risonabile al 100% in ogni proiezione. Li lascierei anche offendere, tanto chissenefrega?

      • luigi bandiera says:

        gianluca,
        ecco un bel tema…
        Parlo per me cosi’ non offendo nessuno.

        Io ho sempre tenuto FUORI la mia famiglia…
        Ma non so perche’.
        Kredo di averlo imparato guardando i films di MAFIA.

        MAI METTERE LA FAMIGLIA o i FAMILIARI in mezzo a beghe di affari o di politica.

        PERDI SEDUTASTANTE..!!

        Per fermarti colpiscono i tuoi familiari..!!!!!!!!!!!!

        Solita PUGNALATA ALLA BRUTO NO..?

        Beh, i forti sono forti perche’ sono dei BRUTO non perche’ hanno muscoli o testa..!!

        E’ la loro forza la tua schiena..!

        Saluti e ocio sempre.

  8. Barbara says:

    Senza offesa Zaia, se il veneto fosse uno stato, una grande nazione, gente onesta che lavora, gente che vuole vivere tranquilla nella sua casa. Ecco partiamo da qui. Non si è sicuri in casa propria eppure costa così tanto mantenerla.
    Potremmo essere uno degli stati più ricchi e generosi del mondo. Saremo signori. Un sior popolo.e Zaia l ha deciso quando far un referendum…
    El cambiaria la storia.veramente potremmo vivere tranquilli in città pulite e organizzate. Scuole che veramente formano i nostri ragazzi.avere del tempo libero per coltivarci il nostro orto.
    Zaia, scolteme ben. O te tiri fora i coioni o va fora davi coioni

    A Daniele quaglia de scrivar in italiano o inglese grazie.

  9. michela verdi says:

    Zaia, pensaci! Facci votare! Con un referendum sull’indipendenza, comunque vada, passerai alla storia! Altrimenti verrai dimenticato come tutti gli uomini di paglia del tuo partito.

  10. luigi bandiera says:

    Anche Luca si esprime con le tante e belle parole italiane o talibane.

    UHEI..!!

    A QUANNO I FATTI..???

    An salam

  11. daniele quaglia says:

    politici con il cuore e l’anima vuoti; hanno pieno solo il portafogli

  12. daniele quaglia says:

    po£idegi ko anima e kore vòdi: so£o el tako£in £i ga pien!

  13. Comitato Ultimi Veri Venexiani says:

    Quali Veneti dovrebbero sottoscrivere il referendum? Quelli residenti nella Regione chiamata Veneto i cui confini furono ristretti dagli italioti nel 1970 o i veneti Veri, cioè da Crema a Perasto passando per Rovereto e la Patria del Friuli ?

    • luigi bandiera says:

      CUVV,

      appunto.

      Bella dimanda…

      Faranno votare i rovigoti solo dato che sono piuttosto ROSSI e quindi UNI e INDIVISIBILI..??

      Come del resto i mone rappresentati da il neo ministro mi sembra… di Zeta e di O…

      Non faccio nomi per non avere rogne… in passato ne ho avute diverse per essere esplicito.

      Se non contribuisco ho un motivo serio… e ma non volevo dirlo per non prestare il fianco.

      At saüt

    • erik says:

      Ma sei folgorato?? Magari dopo vuoi infoibare i veneti “non veri”??

      I confini ci sono stati imposti, vero…sarà una questione alle quale saranno chiamati ad esprimersi i veneti residenti all’estero (lombardia, trieste, grado, istria, dalmazia ecc), ma solo successivamente e soprattutto soolo se vogliono…
      Questa si chiama democrazia!

      • luigi bandiera says:

        erik,
        non si comprende a ki hai replicato…

        Se e’ per me…

        Ti diro’ che ho lavorato con la tensione superiore ai normali 220V… ansi… io tenevo i 220V tra le mani senza sentire nulla.

        Bastava premere sui fili per non sentire nulla…
        Man mano io cedevo, per stanchezza, sentivo la corrente che mi passava tra un braccio e l’altro.

        Per dire che per folgorarmi ce ne vuole no..??

        Kax ne prendevo di superiori ai 400V e la corrente era da morte istantanea.

        Pero’, quelli di alta tensione erano trasformatori a bassa corrente. Un po’ piu’ di quelli delle auto a benzina. Mai mortale. Appunto, tanta tensione e poca corrente.
        Ocio, invece, a quelli dei forni a microonde..!

        Pero’ prova con uno a 220V separatore e per un carico di 1.000W.

        OH. NON PROVARE NE’..?

        Io sono passato per gradi a quel livello.

        Bon, dai, dici a chi hai replicato.

        Saluti e STAI LONTANO DALLA CORRENTE ELETTRICA: e’ un serpente che scatta e morde quando meno te lo aspetti.

        Pero’ non si vede se non negli effetti e quindi sembra come il governo, che ci cura i nostri interessi… kampa kavallo del TITANIC.

  14. Albert1 says:

    Frate paraculiano?

  15. Enrico says:

    Il problema che è CONSULTIVO……Se lo fanno….Cosa serve il consultivo quando a quel punto fare direttamente quello per L’INDIPENDENZA ???Andiamo avanti altri 20 anni… de sto passo… e di Zaia non me fido….Masa prosecco e brillantina per la testa.

  16. Sante Carraro says:

    Progetto di Legge Regionale n. 342, firmato dal consigliere Valdegamberi e sottoscritto dai colleghi Corazzari, Sandri e Finco.
    in totale,ad ora 4 Consiglieri Regionali

  17. MIGOTTO SANDRO says:

    questa e’ un’altra mascalzonata per crearsi qualche simpatia…..

    Cosa avrebbe potuto fare Zaia in questi anni:
    Zaia avrebbe potuto indire Referendum informale senza chiedere a nessuno;
    Zaia avrebbe potuto farlo con la richiesta di un Consiglio Provinciale (la lega ha Venezia e Treviso);
    Zaia avrebbe potuto farlo con la richiesta di cinque Consigli Comunali; se non erro la lega nord negli ultimi dieci anni governa decine di Comuni Veneti.

    Quest’uomo e’ contro i Veneti da sempre, come il Partito di cui fa parte. Il tempo per voi sta per scadere…..

  18. Simone T. says:

    Carissimo Zaia, prendi per le redini la tua regione, così come la pensavi da giovane. Realizza il sogno che tutti abbiamo.
    Portaci verso il referendum e tutto il percorso che si svolgerà.
    Ricorda i tuoi non lontani valori espressi verso il tuo popolo e metti da una parte l’orgoglio e la sedia e soprattutto dai valore al giuramento fatto sulla costituzione italiana per la prima volta: fai il bene del popolo.
    Mettiti a capo del cambiamento, te lo chiedono sostenitori e chi vede in te la figura del futuro. Ci contiamo.
    Un vecchio leghista ti chiama.
    Simone da Vicenza

  19. Giorgio da Casteo says:

    Dalla Castellana e dal Bassanese si sentono opinioni di amministratori comunali, anche della Lega, favorevoli al referendum.
    Anche diversi consiglieri regionali ritengono il PdL 342 un documento di squisita democrazia.
    Invito percio’ il signor Zaia a usare con prudenza le parole
    ed a ascoltare il grido di dolore dei Veneti che si trovano in gravissima sofferenza. WSM

  20. Sante Carraro says:

    Proposta di Legge Regionale 342.
    firmata da Stefano Valdegamberi, ed altri.
    vedo di recuperare l’elenco dei firmatari.
    zaHia…si dia da fare, invece di “menare il can per l’aia”….

    …..ke la povera bestia……
    è oramai agonizzante per i 33anni di incessante girovagare.
    =============
    SerenissimiSaluti
    =============

  21. Barbara says:

    Forza e coraggio Zaia che tanto non hai nulla da perdere… Puoi anche proporlo tu un referendum consultivo se vuoi…è sai che i veneti lo vogliono…cosa aspetti? Hai una grande opportunità e sai che non si rimanda a domani quello che si può fare oggi!!!!

  22. Gianni says:

    C’è già un progetto di legge regionale per l’indipendenza, presentato da Valdegamberi che ha appoggiato la richiesta di Indipendenza Veneta…bugiardo!

Leave a Comment