ZAIA: FARE PULIZIA E BASTA CON I LEADER ASSOLUTI

di REDAZIONE

Finirla per sempre con il finanziamento pubblico ai partiti, fare pulizia radicale dentro la Lega anche a rischio di mandare a casa qualcuno che non ha fatto niente (d’altra parte successe così anche nel 1992), dare spazio ai giovani e finirla con le guide assolutistiche, ma gestire il movimento dando spazio a tutte le anime territoriali.

Questi i punti cardini di un’intervista rilasciata oggi a Repubblica dal governatore del Veneto Luca Zaia.

Clicca qui sotto per leggerla:

INTERVISTA A LUCA ZAIA

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. Te gá raxon! Zaia xé uno che quando Napolitano vien a visitar la colonia produttiva Veneto el ghe sbava drio e el se “triculorisse”.

  2. Xaia lè pexo de Cota lè on serciobotaro kel volteja pì di Nuraiev, el balerin ruso, lè de la scola de Gobo … falsi entel profondo de l’anema.

    Mi xente cofà Xaia la metaria anseme ai museti “asinelli” ke mantien nete le rive de li stradoni en man a la provinça de Trevixo e xo scurià se no li fa ben el so laoro (no li musi ma a li omani).

    Coaxi coaxi a xe mejo on foresto teron ke on nostran cofà Xaia … traditor de li veneti.

    Sti tajan-padani cofà Xaia en Veneto (li xe na dexgràsia) li se dixeva par la Lengoa Veneta (e li creduli veneti li ghe portava le firme en Rejon) ma a Roma li votava co tuta la LEGA contro l’enserimento de la lengoa veneta ente la lista de le lengoe ouropee da tutelare.

    Sti Veneti cofà Xaia, Toxi e Gobo li xe la nostra rovina.
    Sprem de lebararse presto e spedii da sta maroca, maroda.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

TIMOR EST, HA VINTO LE ELEZIONI IL PRESIDENTE SECESSIONISTA

Articolo successivo

LOMBARDIA, PROPOSTA LEVA CIVICA REGIONALE