YEMEN, SEPARATISTI ASSALTANO I SEGGI

di REDAZIONE

SANAA – Nuove violenze nel sud dello Yemen, nel giorno in cui si vota per le elezioni presidenziali che sanciscono la fine del potere trentennale di Ali Abdullah Saleh. Miliziani del Movimento Meridionale, gruppo separatista che chiede l’autonomia dal governo di Sanaa, hanno cercato di assaltare un seggio elettorale nella città di Mukalla, capitale delle provincia di Hadramawt, e ucciso un soldato. Lo ha riferito una fonte ufficiale, aggiungendo che due uomini del commando sono rimasti feriti nell’assalto.

I separatisti hanno invitato a boicottare le presidenziali che si svolgono oggi. Quattro persone sono morte ieri negli scontri scoppiati alla vigilia del voto presidenziale.

IL VOTO. Le elezioni vedono unico candidato l’attuale vicepresidente, Abed Rabbo Mansour Hadi, che prenderà il posto di Ali Abdullah Saleh. In totale nel Paese ieri erano tre i seggi elettorali attaccati. Gli altri sono ad Aden, dove uomini armati hanno condotto un assalto con razzi Rpg, e ad Ataq, nella provincia di Shabwa, dove uomini armati hanno occupato l’edificio.

Gli attacchi, spiega un ufficiale rimasto anonimo, non sembrano collegati tra loro.

FONTE ORIGINALE: www.tg1.rai.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment