Voto, Renzi vince felice: “La Lega asfalta Forza Italia e Grillo”. Esplode astensione

di REDAZIONErenzi nuova dc

E’ desolante il primo dato che emerge dopo la chiusura dei seggi. I numeri parlano chiaro: nel complesso, si sono recati alle urne 4 votanti su 10. E’ già polemica: in Emilia Romagna affluenza al 37,37%, in Calabria al 44,07%. Perr Civati sono “Dati disarmanti”. Renzi vincente per aver strappato altre due regioni al centrodestra, esulta: “Pd sopra il 40%. Lega asfalta FI e Grillo”.
Intanto nelle due regioni si è registrato quindi quasi un -30% rispetto alle Regionali del 2010, quando la percentuale complessiva fu del 64,93%.

Esulta la Lega che guarda al risultato con il 19,42% , visto che ha più che doppiato Berlusconi, fermo all’8,36%.

E adesso si riapre la corsa per la leadirship del centrodestra. Il Po in Emilia Romagna non è più il confine della Padania. Grillo scivola al 13,26%, il Pd risorge al 44,52.

L’Italia si sveglia un po’ tanto diversa.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Solo con l’astensione di massa il PD, ex PCI, può gongolare per essersi “elevato” ad una percentuale, di voti, che non aveva mai raggiunto in precedenza, e mai avrebbe potuto sognare di raggiungere.
    L’infima percentuale di votanti ha decretato la vittoria di Renzi e … delle Banche, che da tre legislature, e senza consultazione popolare, hanno imposto all’Italia tre despoti non eletti dal popolo instaurando quindi la: “Dittatura sul Proletariato”.
    Dove per proletariato non si intendono quei lavoratori, che si impiccano perché perseguitati da Equitalia, o perché non riescono più a pagare i propri dipendenti, ma coloro che vivono di politica, spessissimo senza lavorare o per “favore” sindacale.
    Insomma quella che è stata definita una delle più feroci dittature che l’Umanità abbia mai conosciuto e che è stata ideata da Karl Marx come strumento per la conquista del Mondo da parte delle banche e dei suoi governanti.

    Dittatura che è stata teorizzata, e, “svelata”, dal Signor Baruch Levi, con una lettera inviata nel 1848 al fondatore del Partito Comunista, così come è stata riportata dalla rivista francese: “(Revue de Paris, anno XXXV, numero 2, pagina 574).”

    E il rabbino Baruch Levi così scriveva a Carl Marx nel 1848:
    «Il popolo ebraico, considerato nel suo insieme, sarà egli stesso il suo proprio Messia. La sua signoria sul mondo sarà raggiunta mediante l’unificazione delle altre razze umane, la eliminazione delle frontiere e delle monarchie, che sono i bastioni del particolarismo, e mediante l’istituzione di una repubblica mondiale, che accorderà dappertutto i diritti civili agli ebrei. In questa nuova organizzazione dell’umanità, i figli di Israele diventeranno dappertutto, senza in-contrar ostacolo, l’elemento direttivo (…). I governi dei popoli compresi in questa repubblica mondiale, con l’aiuto del proletariato vittorioso, cadranno tutti senza difficoltà in mani ebraiche. La proprietà privata verrà soffocata dai dirigenti di razza ebraica, che amministreranno dappertutto il patrimonio statale. Così la promessa del Talmud sarà adempita, cioè la promessa che gli ebrei, venuti i tempi messianici, possederanno la chiave dei beni di tutti i popoli della Terra»

    Promessa del Talmud e il “piano” a lungo perseguito da parte dei discendenti di quelle “genti” che vediamo hainoi realizzarsi in questa epoca, anche, con la massiccia immigrazione favorita proprio dagli appartenenti al Movimento fondato da Karl Marx.

    Lascio a voi giudicare se qui non si preconizza e si progetta la «eliminazione fisica o culturale della diversità e dunque scomparsa di popoli e culture», la più feroce discriminazione razziale, lo sfruttamento del prossimo, la violazione ripetuta dei diritti umani.

  2. Dan says:

    Sta manica di pidocchi non ha proprio niente da festeggiare. Simili percentuali stanno lanciando un messaggio molto chiaro: il popolo sovrano delegittima sistema e governo.
    ll giorno in cui la delegittimazione salirà di livello e si metterà a fare pulizia è sempre più vicino

  3. Marco says:

    Peccato che il PD abbia vinto perdendo voti come pure la Lega. Lo sapete vero che la Lega ha preso meno voti (come numero) del 2010? Altro che 40% o 19%…. Le percentuali contano come seggi. ma dire che la Lega ha stravinto perdendo 55.000 voti… Allora fa bene Renzi a dire che ogni volta stravince….

Leave a Comment