Regionali catalane, il voto degli indipendentisti senza compromessi

di JORDI FORNAScatalogna2

(Presidente di UPDIC-Uniti per Dichiarare l’indipèndenza)

Compatrioti,

Per la prima volta UPDIC si è presentata a un processo elettorale.

È stata una battaglia disuguale, perché le forze alle quali ci siamo scontrati avevano mezzi molto superiori, ma questo non ci ha fermato.

Gli almogavari * quando entravano in battaglia lo facevano con mezzi limitati e molte volte in inferiorità numerica, ma se la cavavano con coraggio, intelligenza e determinazione.

Noi abbiamo preso il loro esempio, anche se evidentemente stiamo parlando di altri tempi e di una altra lotta, ma bisogna imparare dall’esempio di quelli che ci mostrarono la strada della vittoria.

Le battaglie si vincono con le armi più moderne e la più moderna e più a mano di tutti è quella delle reti sociali ed è qui dove abbiamo dato la battaglia.

Siamo consci di non aver potuto arrivare a tutti con il nostro messaggio, ma ognuno di voi che l’ha capito e se l’è fatto suo, lo può andar moltiplicando facendo funzionare la rete.

Dato il momento difficile e confuso che attraversa la nazione, ci è sembrato imprescindibile alzare una voce diversa, che metta in questione tutto quello che è stato fatto fin adesso per quelli che si chiamano sovranisti, perché la realtà è che, quello che chiamano “il processo” avanza nella direzione di piazzare l’indipendenza ogni giorno più lontano e facendo passare con discorsi fino a stancare.

Abbiamo voluto dare un’orizzonte a quelli che credono che bisogna cambiare rotta, perché facciano sentire la loro voce nel modo più democratico possibile, con la forza del  voto, uno per uno.

Sicuro che avete sentito molto spesso la canzone del “voto utile” che cantano coloro che si nascondono dietro questo discorso per impedire che niente cambi, ma se c’è un voto utile è quello depositato in coscienza per avanzare per una strada alternativa, basta camminare in cerchio!

All’UPDIC l’abbiamo chiaro, l’indipendenza soltanto può arrivare attraverso una dichiarazione d’indipendenza (DUI) e questo è il nostro obbiettivo, unire i catalani dietro questa via, l’unica che ci può rendere liberi.

L’indipendenza non si chiede, non è da negoziare, si dichiara e si prende!

Non sappiamo quale sarà il risultato, questo dipenderà della decisione che prenderete voi   ma la vostra decisione sarà molto importante per far avanzare la lotta per l’indipendenza della Catalogna

 

*Almogavari: truppe catalane del medio evo che hanno conquistato il Mediterraneo fino alla Grecia. Erano  in continuo movimento e viaggiavano con la famiglia intera. Di armamento leggero (spada corta, piccolo scudo e balestra) si distinguevano per la ferocità e per l’astuzia e non sono mai stati sconfitti.

 

Print Friendly

Articoli Collegati

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    “L’indipendenza non si chiede, non è da negoziare, si dichiara e si prende! – See more at: http://www.lindipendenzanuova.com/voto-catalano-le-ragioni-degli-indipendentisti-senza-compromessi
    .
    Chissa’ se i VENETI impareranno come si puo’ fare..?
    .
    Prima che essere minoranza, VENETI, svegliatevi..!!
    .
    WSM

Lascia un Commento