La politica ha rotto: ai ballottaggi altro calo dell’affluenza

di ALTRE FONTI

L’affluenza cala ancora nel turno di ballottaggio. Alle urne alle 19 si è recato il 24,60% mentre al primo turno era stata registrata un’affluenza del 32,69%. In calo anche l’affluenza a Roma dove si gioca la partita più importante. Il dato registrato dal Viminale alle 19 è del 23,49% dei votanti contro il 29,79% del primo turno.

Oggi e domani urne aperte per i ballottaggi che decideranno l’elezione dei sindaci di 67 comuni, di cui 11 capoluoghi di provincia: Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Roma, Siena, Treviso e Viterbo. Il turno di ballottaggio nei 67 comuni interessera’ un corpo elettorale di 4.485.637 elettori, di cui 2.128.464 maschi e 2.357.173 femmine. Le sezioni elettorali saranno 5.074. Le urne sono aperte da questa mattina alle 8 e chiuderanno alle 22.00 per poi riaprire domani mattina alle 7 e fino alle 15. Lo scrutinio avrà inizio subito dopo le operazioni di voto e il riscontro del numero dei votanti.

Riflettori puntati sulla sfida di Roma tra il sindaco uscente Gianni Alemanno, sostenuto dal Pdl, e Ignazio Marino del Pd. Al primo turno l’esponente di centrodestra ha ottenuto il 30,2% delle preferenze contro il 42,6% dello sfidante. Alemanno ha votato in mattinata alla scuola Cesare Nobili nel quartiere Balduina: “Sono sereno e fiducioso.Dipende da quanta gente andrà a votare. Questa è una sfida importante, spero che vadano a votare in molti”. Stesso appello lanciato dallo sfidante Marino: “Ho fiducia nella democrazia, spero in un’affluenza altissima”. Lasciando il seggio ha poi stretto la mano ai cittadini presenti “io la mia parte l’ho fatta – ha detto – ora tocca a voi”. Entrambi i candidati, dopo aver votato, hanno accompagnato le madri a votare. Alemanno è arrivato al seggio allestito nella Scuola elementare G.Ronconi con la madre Teresa. “Mio figlio ha governato bene, comunque – ha detto la signora Teresa – vinca il migliore”. Marino, invece, ha fatto tappa nel seggio elettorale di via Tevere dove ha accompagnato la madre Valeria a votare. “Sono tranquilla e sono sicura che vincerà – ha commentato la signora Valeria – perché so chi è mio figlio e cosa ha fatto nella vita”.

Nel pomeriggio però il clima si è scaldato. “Alemanno non si rassegna. Segnalazioni di interruzione del silenzio elettorale, ci sono arrivate da vari elettori – ha denunciato il comitato di Marino- : telefonate a casa a nome di sedicenti appartenenti al comitato Alemanno con richiesta di voto. Un autobus privato in via Ostiense, angolo via Porto Fluviale, con scritta a caratteri cubitali ‘vota Alemanno’, infine un tifoso laziale dai microfoni di Radio6 ha lanciato un appello in favore del voto al sindaco uscente. Una violazione delle regole che segnaleremo subito alla Prefettura”.

Silvio Berlusconi seguirà l’esito del ballottaggio alle comunali lontano dai palazzi romani. Il Cavaliere ha lasciare ieri sera la capitale alla volta di Milano. Ma non si esclude che nel fine settimana possa fare una puntatina anche in Sardegna.

FONTE ORIGINALE: AdnKronos

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment