Votino “intercettata da procura di Reggio Calabria”? Caro Titanic….

di BRUNO DETASSISmaroni scopa

Che voleva dire Roberto Maroni quando il 10 ottobre scorso affermò: “Se trovo un giudice con le palle girate, decadfo da governatore?” Boh! Nulla ovviamente in riferimento a nuovi scenari lombardo-campani. Ovviamente.

http://www.lindipendenzanuova.com/maroni-se-trovo-un-giudice-con-le-palle-girate-decado-da-governatore/

Intercettazioni. Imprenditori. Politica. Magistrati. E la procura di Reggio Calabria. Per ora solo indiscrezioni di stampa, che gettano ombre lunghe e schizzi di fango su nomi e volti noti nel nuovo, si fa per dire, corso della Lega. Prima è stata la volta dell’avvocato Aiello, voluto dal  governatore lombardo a sovrintendere ad alcune questioni legali del movimento. Di lui aveva appena scritto il Corriere della Calabria, e anche le agenzie di stampa perché intercettato dalla procura di Reggio.  Da non credere. Ad Aiello di sicuro non mancheranno gli strumenti della difesa, per replicare al fatto di essere di “sooggetto interesse investigativo” per gli inquirenti.

Certo è che la Regione è un bel bersaglio per i magistrati: il 2 ottobre mentre non era scoppiato ancora ufficialmente nulla, noi scrivevamo che….. http://www.lindipendenzanuova.com/il-cerchio-poco-magico-che-si-stringe-sulla-regione-lombardia-cosi-veloci-solo-gli-elicotteri/

Oppure……: http://www.lindipendenzanuova.com/ciriello-chi-viminale-inail-lombardia/

Ora, secondo l’Espresso, toccherebbe all’altra persona di fiducia, una colonna nel nuovo corso della comunicazione 2.0 e nella gestione delle questioni interne leghiste, Isabella Votino. Perbacco.

E’ vero o no che i magistrati avrebbero intercettato comunicazioni tra la signora che viene da Benevento e professionisti calabresi e politici del Carroccio? Davvero da non crederci. Secondo gli inquirenti si tratterebbe addirittura di figure del calibro della famiglia De Stefano. Abbaglio dei magistrati? Speriamo. Rilancia l’Ansa citando l’Espresso che, secondo quanto scrive il settimanale,  emergerebbero “inoltre contatti della Votino con investigatori milanesi per tentare di ottenere informazioni su inchieste in corso che potrebbero interessare persone vicine alla Lega e a Maroni”. Straperbacco, sembra impossibile, surreale. Vero? Speriamo ovviamente di no. E’ un ulteriore abbaglio dei magistrati sulla impeccabile Votino, numero due della Lega maroniana per la sua professionalità nel gestire la comunicazione?  Insomma, le indiscrezioni la sparano grossa.

Però, sarebbe un peccato! Adesso poi che la Regione va così bene e che Expo è dietro l’angolo, con tutto che fila liscio… Con la macroregione dietro l’angolo…. Doveva essere il nuovo corso, quello partito la notte delle scope il 10 aprile del 2012. La Lega fu centrifugata fuori dal ruolo che aveva avuto e nulla è stato più come prima.

I problemi però non sono di oggi…. http://www.lindipendenzanuova.com/avviso-garanzia-a-maroni-expo-ed-eupolis/

Certo, saranno cose anche già scritte e che abbiamo già letto su questo giornale ma  ora viene da chiedersi se i protagonisti di quella sera sapevano o erano almeno coscienti, che in quello stesso 10 aprile salpava con tutto il suo carico di cortigianeria e molle aristocrazia, anche il Titanic, dal porto di Southampton, città tanto cara a  certi massoni. Sono coincidenze storiche che magari servono solo ai  superstiziosi o a chi crede che non si può deviare il corso della storia, il destino è destino.

Del Titanic morirono quasi tutti, fu fatta fuori la “base” popolare, si salvarono alcuni colonnelli e le loro signore. Se dovesse arrivare un altro iceberg giudiziario sulla Lega, con o senza scialuppa, adesso chi salirebbe sul palco per una seconda notte delle scope?

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment