Vivaldi batte Mameli, il trionfo di Giuditta inno dei veneti

vivaldidi GIORGIO BURIN – Avevo sempre trovato strano, fin da bambino, il testo dell’Inno di Mameli. Mi sembrava strano parlare di Vittoria come schiava naturale di Roma all’uscita da una guerra persa, anche se non sapevo ancora in che modo vergognoso fosse stata persa.

La mia analisi da bambino, però si fermava li. In fondo ero un bambino italiano, educato da italiano, mi vergognavo anzi di esprimere il mio pensiero.

Fanfara-2Poi a scuola dell’inno di Mameli insegnano solo la prima strofa.

Da adulto ho trovato il testo completo, riportato in calce all’articolo e le perplessità non sono certo diminuite. Non avendone l’autorità e la competenza mi astengo dal commentare il testo dell’Inno di Mameli, o Canto degli Italiani, come propriamente si intitola.

Per chi fosse interessato ecco il link al sito della Presidenza della Repubblica italiana dove l’argomento è analizzato a fondo, in modo ufficiale. Poi ognuno si faccia le sue opinioni.

http://www.quirinale.it/qrnw/statico/simboli/inno/inno.htm

Da parte mia, per fortuna, nel frattempo, avevo imparato ad essere Veneto e potevo essere orgoglioso di un Inno, il Mio, che parla di Pace, Onestà e Voglia di fare ed aiutare, nella sua versione moderna, mentre fa tremare di armonia, forza e speranza nella sua versione classica.

Se poi qualcuno, per sua curiosità, volesse fare confronti sul musicista, se ha l’opportunità di girare il mondo, verifichi pure quanti conoscono Michele Novaro e quanti conoscono Antonio Vivaldi !

Adria vivat, et regnet in pace !

 

 

http://vivereveneto.com/2015/10/13/noi-fummo-da-secoli-calpesti-derisi/

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment