Viva Squinzi, non è una pecora che mangia al carro del governo

di TONTOLO

Questo Squinzi, il Giorgio, il nuovo presidente di Confindustria che più di qualcuno si sta pentendo di aver eletto, mi sta diventando simpatico. E non solo per aver creato e gestito in perfetta solitudine, senza aver mai fatto un’ora di cassa integrazione, un colosso come Mapei che tutto il mondo ci invidia, ma perché a meno di un mese e mezzo dal suo insediamento, sta dimostrando tutte le sue caratteristiche da lombardo pacato, che però non le manda a dire a nessuno,  non ama farsi mettere i piedi in testa da nessuno e soprattutto non è “appecorato” al carro del governo come tanti suoi illustri colleghi (ma qualcuno mi dovrebbe spiegare cosa hanno fatto alcuni di loro dal punto di vista veramente imprenditoriale). Insomma, non è una pecora nel senso che tanto bene oggi illustra in altro articolo l’ottimo Giacomo Consalez.

E badate bene, non sto qui a disquisire sul merito delle questioni trattate. Quello tocca agli esperti. Mi piace la prova di carattere e mi fa ridere, anzi mi fa abbastanza schifo, tutto il correre degli altri, da Montezemolo a Tronchetti Provera (quello che prende i super compensi e ha rischiato di mandare in malora la Telecom) a Bernabè, a prendere le distanze. E per forza questi hanno sempre vissuto o quasi grazie alle elargizioni governative.

Viva Squinzi, allora, che è stato troppo buono solo su un punto: al governo Monti dà un voto tra il 5 e il 6, fin troppo buono. Quel rigido del professore sopravvalutato mi piace sempre meno ogni giorno che passa.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Io dico: ALLELUIA..!

    Abbiamo trovato un uomo con le PALLEeee..!!!!!!!!!!!!!!

    An salam

  2. Piccolo Scrivano Malandrino says:

    Quindi se il sig. Squinzi fa il ruttino, crolla l’Euro ?
    Magari !
    No, Monti non è scemo fino a quel punto.
    Era un messaggio in stile mafioso, come usano i massoni: “NON CRITICARE IL GOVERNO, ALTRIMENTI PASSI DEI GUAI”.
    Chissamai che, casualmente ma ad orologeria, chi osa toccare i Poteri Forti si ritrovi con un processo penale improvviso, con imputazioni lasciate alla fantasia dei PM.
    Dopo 10 o 15 anni si scoprirà che era innocente.
    Chiedete pure ad Angelo Rizzoli, Baffi, Sarcinelli, Antonio Fazio, ecc.ecc…
    Oppure c’è sempre il metodo “Strauss Kahn”: si costruisce un bello scandalo sessuale (amante, oppure gay, oppure pedofilo), e via, il disturbatore è eliminato.

  3. luigi bandiera says:

    Squinzi..!!!

    Continua cosi’ che cade sia lo spread o razione kappa che il governo..!

    Mi si scusi per la confidenza ma in questi casi ci vuole.

    Direi che e’ il primo dei presidenti della confindustria che fa l’INDIPENDENTISTA.

    I suoi predecessori erano uni e indivisibili e dai tre moschettieri e dal napoleon IV.

    Il richiamo del Monte di pieta’ mi suona come quello del generale ad un suo subalterno.

    Io sono il COMANDANTE e tutti gli altri SOTTO..!!

    O CPR. KAX.

    E KAX ankora, se non la ho indovinata chiamandoli COLONNELLI…!

    Che abbiano imparato da qua: http://it.wikipedia.org/wiki/Dittatura_dei_colonnelli

    o sono naif..?

    L’e’ che e’ stato tutto kosi’ un lampo che nessuno si pensava a questa dittatura. Altrimenti qualcuno era gia’ al sicuro.

    Niet, dobbiamo rassegnarci caro Tontolo a vivere in sto kax di alkatraz stracolmo di merrrrdddd.

    An Salam

  4. gigi ragagnin says:

    o Monti è un codardo (dovrebbe tagliare 200 miliardi di spesa pubblica, facendo i nomi di chi non vuole) oppure è un f(p) mandato a toglierci gli ultimi quattrini, prima del fallimento.
    sto anche aspettando le dimissioni di Bondi (dicono che sia integerrimo).

  5. claudio novello says:

    possibile che due parole possano far salire lo spred? Ha ragione Grillo quando dice che la borsa è una bolla speculativa, e se uno scoreggia un po più forte crolla sistematicamente

  6. alberto says:

    resto sempre sospettoso dei”cambiamenti” nelle associazioni legate al potere(sindacati, confcommercio, confindustria, confagricoltura ecc.)

  7. oppio 49 says:

    ma quanto è stronzo questo mariomorti. ma chi crede di essere? basta criticarlo che sale lo spred. non sarà mica che questo beccamorto di professore (in buona compagnia al governo) sta infilando una cappella dietro l’altra con la spocchia del “prufesur” abituato al 27 del mese ed invece il sig. squinzi. che al 27 non ci è abituato, dica le cose come stanno? (che poi non è che abbia detto nulla di sconvolgente) credo proprio di si e la dimostrazione è nell’appecoramento dei giornali a riportare le critiche di mariomorti a squinzi. la differenza tra i due è evidente: squinzi è uno che si mantiene da sempre, mariomorti è uno che da sempre si fa mantenere da un sistema di zecche costituzionalizzate. scegliete voi a chi credere. PS che squinzi non sia un autonomista o indipendentista è evidente ma è pur sempre un imprenditore del nord.

    • Filippo83 says:

      Anche Monti è pur sempre un professore del Nord/Cisalpina/Padania/Lombardia che dir si voglia. Non è poi detto che alcuni imprenditori (vedi il sistema FIAT, vedi gli appalti per le forniture a sanità e PA, vedi certi costruttori edili) non siano legati a doppio filo a questo sistema, come e forse più del professor Mario.

  8. Filippo83 says:

    Non sarà appecorato col governo, ma magari teme di perdere qualche fornitura statale… Lo appoggerei solo se declinasse i suoi “dubbi” in un’ottica almeno federalista: dire che si fa macelleria sociale, quando per la prima volta in 50 anni FORSE si metterà in discussione il “mostro” burocratico e mangiarisorse dello stato italiano, mi sembra quantomai sospetto!

  9. Unione Cisalpina says:

    speriamo bene …

Leave a Comment