Violenza sul treno Milano-Mortara e blocco della linea fs, Boni: “Ma perché non rimandano a casa i due nordafricani e i falsi profughi che delinquono?! Se magari ce lo spiegassero…”

boniRiguardo i due episodi che collegano Milano alla città di Mortara, il blocco linea ferroviaria da parte di clandestini e la violenza ad una ragazzina 16enne sul treno, il segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni ha affermato che “il Governo non deve continuare a mischiare le carte in tavola e confondere i veri profughi con i clandestini, alcuni dei quali, questa mattina, hanno occupato i binari della stazione di Mortara, protesta che ha bloccato la linea ferroviaria per più di un’ora. La causa di tutto questo è stato il rifiuto della richiesta di asilo politico avanzata dai sedicenti profughi, con conseguente decreto di espulsione e fine dell’ospitalità della struttura gestita dalla cooperativa che li ospitava. Questa è l’evidente risposta al fallimento totale del modello di accoglienza diffusa prima dal Governo Renzi e dal Governo Gentiloni poi”.

Questa notizia si ricollega tristemente a quanto accaduto su un treno della tratta Milano Porta Genova- Mortara, dove due nordafricani hanno picchiato e violentato una ragazzina che stava rientrando a casa da scuola.

“Fatto gravissimo che purtroppo non è isolato, ormai i treni in partenza da Milano non sono più sicuri causa le frequenti aggressioni da parte di stranieri ” chiosa Boni e conclude ” Questi due episodi sottolineano ancora una volta che non può e non deve esistere politica né codice deontologico che possa mettere il bavaglio alla verità semplicemente modificandone la forma. Chi non possiede i requisiti e delinque nel nostro paese, se ne deve andare! ”

Print Friendly

Recent Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Ormai non ci sono più parole……….ma dovrebbero esserci dei fatti !!
    Con la scusa che loro…i profughi o meglio i clandestini sono ESSERI UMANI…….hanno dei diritti mentre noi che siamo solamente persone giuridiche o fisiche ( quindi non siamo riconosciuti dallo stato italiano come esseri umani) siamo per lo stato italiano dei debitori a vita.
    I diritti dell’uomo sono chiari e leggere tutti gli articoli ci accorgiamo di quanto discriminati siamo dallo stato italiano. Inoltre poiché le nascite sono in calo da noi, loro ci fanno invadere in modo da poter usufruire della possibilità di ottenere ” credito ” un tot a immigrato.
    Gli esseri umani invece sono creditori a vita…….. sapere le cose ci si accorge che siamo stati gabbati sin dalla nascita e ci hanno etichettato e considerato degli schiavi dello stato.
    WSM

Leave a Comment