Violenza a Calais, il governo francese: “Non si passi più da qui”. E in Italia non si dice…

calais

di ANGELO VALENTINO – La tv svizzera ha realizzato un servizio sullo stato di tensione a Calais. “Il numero di profughi si è ridotto drasticamente. Attualmente sono tra i 550 e i 600 secondo la prefettura, 800 secondo le associazioni di aiuto ai migranti”, si apprende dal reportage. Sapete però che dice il governo di centrosinistra francesce? Il governo di Emmanuel Macron “sta preparando un progetto di legge che molti difensori dei diritti di migranti considerano come un severo giro di vite sulle condizioni di accoglienza.  Gérard Collomb, il ministro degli interni francese, ha lanciato un appello affinché Calais perda la fama di un luogo da cui si può raggiungere facilmente il Regno Unito”. Abbiamo compreso bene. E’ come se da noi il governo chiudesse gli accessi a Lampedusa.

Per Macron deve essere chiaro a chi arriva che “Calais è un miraggio, un muro contro il quale sbattono quelli che ci arrivano, rimanendovi bloccati per mesi nelle condizioni che vediamo oggi. Il messaggio che voglio far passare è che se si vuole andare in Gran Bretagna, non è da qui che bisogna passare”. Ma i tg italiani sono tutti concentrati su altro.

fonte: tvsvizzera.it/Zz afp con RSI (TG del 02.02.2018)
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment