ROMA, 4 MILIONI INGIUSTIFICATI PER L’ELICOTTERO DEI VIGILI

di REDAZIONE

“Le passate amministrazioni avevano previsto una spesa di 400 mila Euro per il noleggio di un elicottero in riferimento a esigenze specifiche di abusivismo, sicurezza e traffico. Certamente in questo momento di taglio agli sprechi e di rigore richiesto alle pubbliche amministrazioni, questa gara di appalto di 4 milioni, appare del tutto fuori luogo”.

Le critiche del consigliere del Partito Democratico Athos De Luca – si legge sul sito avionews.it – partono dal capitolato che accompagna un comunicato-stampa, rilasciato il 17 febbraio 2012, che prefigura negli articoli 1 e 2 “Un monte di 720 ore nei due anni di noleggio, con una media di 30 ore di volo mensili, mentre si prevede un monitoraggio quotidiano sul traffico, per due volte al giorno, il che presupporrebbe due voli di mezz’ora al giorno, che esaurirebbero tutto il monte ore previsto”.

“Soprattutto -si legge ancora nel comunicato- risulta singolare far alzare in volo un elicottero per mezz’ora, tempo insufficiente a qualsiasi tipo di vigilanza o monitoraggio. In sostanza ci appare molto contraddittorio e poco chiaro lo stesso capitolato d’appalto previsto dal Campidoglio”.

Le affermazioni di De Luca entrano poi nello specifico. “Perché la Giunta Alemanno si permette questo lusso in un momento di grandi difficoltà finanziarie, sottraendo 4 milioni, per esempio, allo stesso Corpo dei vigili urbani che mancano di mezzi, di attrezzature efficienti per svolgere il loro lavoro”?

Concludendo, le specifiche della gara d’appalto sono state già inviate da De Luca alla Corte dei conti allo scopo di promuovere una verifica sull’indispensabilità di tale spesa.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. ingenuo39 says:

    Per l’ abusivismo edilizio: Mai sentito perlare di ” GOOGLE EARTH” tutte le mappe del mondo, anche in 3D. Per il controllo stradale e la sicurezza: telecamere che esistono nelle città presso i semafori agli incroci, servirebbero anche per gli scippi e gli incidente ecc. ecc.. Messa così la questione non vedo cosa serva un elicottero, forse sarebbe piu utile al 118. Ma al Comune no senz’ altro. A meno che????????? Viva l’ Italia

  2. Mauro Cella says:

    Se non ricordo male l’Italia è, tra i paesi europei, quello con la maggiore aviazione “paramilitare”, termine con cui si intendono gli aeromobili dello Stato non direttamente assegnati a corpi combattenti. Domanda: ce ne è veramente bisogno di altri? La risposta è sì. Non perché siano utili o perché ci sia bisogno di sostituire mezzi obsoleti o si siano evolute nuove tematiche ma perché avere l’aeromobile significa “contare davvero”.

    Restando nel campo delle Polizie Locali vi ricordate l’aeroplano della PL di Chiari, Comune in Provincia di Brescia noto per essere “feudo” Berluscones/Lega? Per anni hanno fatto il diavolo a quattro per acquistarlo, specialmente davanti ai tentennamenti della Corte dei Conti e del Consiglio di Stato, poi ci ha pensato Bobo Maroni, allora Ministro degli Interni, a “metterci una buona parola”. Il costo? Per cominciare 80.000€ per acquistare l’aeromobile, installare gli strumenti richiesti per la missione, qualificare il personale etc. Poi ogni anno bisogna pagare la manutenzione, il carburante e il nolo dell’aviosuperficie… Il risultato è stato un mezzo costoso per cui non c’è un vero e proprio scopo. Originariamente si era molto parlato di uno “strumento per combattere l’abusivismo edilizio”… una sonora presa in giro considerato che la cementificazione (legale in quanto autorizzata dai Comuni che poi si stracciano le vesti) in Provincia di Brescia è una delle vergogne della Lombardia. Poi si è parlato di uno “strumento per combattere l’inquinamento”… visto che periodicamente arrivano dalla Bassa le solite notizie di morie di pesci e di fiumi di vari colori, per non parlare delle discariche abusive (l’ultima, documentata dai quotidiani locali, proprio in territorio di Chiari) direi che l’efficacia è veramente limitata. Poi, da un anno a questa parte, il silenzio. Il mezzo è ancora in servizio? Se sì a quale scopo è stato assegnato? Tutti tacciono.

    Di questo prodotto della mentalità iperottimistica di qualche anno fa e della tendenza allo spreco che colpisce tante amministrazioni locali, indipendentemente dal colore politico e dalla collocazione geografica, nessuno parla più. Però i conti bisogna pagarli…

  3. heimat1591996 says:

    Altri soldi bittati al vento. Se il sindaco vuole sapere dove sono gli abusi edilizi ci mette mezzora. Basta che vada, anche in bicicletta, in qualunque direzione preferisce, vero le zone periferiche. Consiglio dotarsi di carta, penna macchina fotografica con scheda da 1000 gigabit. Perchè di schifezze da fotografare ce ne sono tantissime.

  4. Domenico says:

    roma capitale… degli sprechi e della dissipazione del nostro denaro

Leave a Comment