Veneto, l’antica via Annia si visita con le nuove tecnologie

di REDAZIONE

Al turista di ultima generazione e a quelli del futuro, cresciuti con le nuove tecnologie e padroni delle nuove forme di comunicazione, il Veneto propone itinerari culturali antichi nel tracciato e nuovi nel modo di visitarli.

Si tratta dell’antica Via Annia e della linea costiera che, partendo da Adria e passando per Altino e Concordia Sagittaria, proseguono verso la mitteleuropa, i balcani e la costa dalmata, storici riferimenti di Venezia e del Veneto, i cui principali monumenti, i musei ed i siti archeologici si potranno visitare sia fisicamente sia virtualmente. E’ questo il maggiore risultato di Tech-Tour, progetto transnazionale con partner serbi, croati e sloveni, finanziato dalla Commissione Europea. ”Tech Tour e’ un progetto con budget molto limitato (poco più di 10 mila euro le risorse attribuite al Veneto), che ha tuttavia permesso – ha fatto presente l’assessore al turismo Marino Finozzi – realizzazioni di elevata qualità: pannelli interattivi e multimediali che informano il turista e la creazione di una app per tablet e smartphone che guidano virtualmente il turista nell’interazione con i siti archeologici.

Si tratta, insomma, di un progetto per lo sviluppo del turismo regionale, in un contesto transfrontaliero che collega i percorsi idealmente e fisicamente, ad altri Paesi, creando ulteriori sinergie’.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. caterina says:

    leggevo infatti che Federico II andava su e giù dal centro Europa alla Sicilia facendo tappa a Padova..siamo nel 1200…forse percorreva l’Annia!

    • Dan says:

      Di sicuro nessun re barbarico e successivo imperatore s’è mai lamentato della rete stradale romana. Se fossero vissuti oggi ed avessero provato la nostra rete stradale attuale avrebbero girato i tacchi appena discesi dalle alpi

Leave a Comment