Caracas, proteste all’ambasciata cubana. I morti ora sono 15

di REDAZIONE

Proseguono per il quattordicesimo giorno consecutivo in tutto il Venezuela le proteste contro il presidente Nicolas Maduro e il suo governo, anche se le tensioni sembrano essersi ridotte, per lo meno temporaneamente, e non si sono registrati nuovi episodi di violenza.

A Caracas i sostenitori dell’opposizione hanno raggiunto in marcia l’ambasciata cubana, dove hanno consegnato una nota intitolata ‘Comunicato alla dittatura di Cuba’, nella quale si intima di non interferire piu’ nelle vicende interne del Paese alle autorità dell’Avana, tradizionalmente alleate del regime. “Non tollereremo piu’ intromissioni che consentano di continuare a controllare i nostri mezzi di comunicazione, stabilendo che cosa possiamo vedere e quando”, si legge nel documento. “Non permetteremo che si decidano le nostre operazioni militari ne’ che si indottrinino i nostri figli”.

Nei giorni scorsi, infatti, sono circolate notizie secondo cui reparti speciali dell’esercito cubano – denominati “avispas negras” – sarebbero in Venezuela per sostenere il presidente venezuelano e sedare la rivolta popolare.

L’Onu ha espresso preoccupazione per la detenzione ingiustificata di Leopoldo Lopez, uno dei leader dell’opposizione, finito in carcere con la scusa di aver fomentato la rivolta prima e di essere un bersaglio – così secondo la propaganda ufficiale – dei “fascisti venezuelani”. Anche Papa Francesco ha esternato le sue preoccupazioni per quanto sta accadendo in Venezuela. Oggi, a Maracaibo, s’è tenuta una “marcia per la pace” delle donne venezuelano, capeggiate dalla parlamentare Corina Machado. Il Movimento studentesco, da par suo, ha annunciato una grande convocazione per domani nella capitale.

Frattanto, se per il procuratore generale Luisa Ortega il numero dei morti accertati nei recenti disordini rimane fermo a tredici, diversi media locali danno conto di altre due persone rimaste uccise, con un totale di vittime salito dunque ad almeno quindici.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment