Venezuela, il governo e le sue bande attaccano 8 Università

di REDAZIONE

Durante le proteste di questa settimana le università sono state il bersaglio dell’attacco. E ‘diventato chiaro da lunedi, quando l’Università Santa Maria in Anzoategui, è stata oggetto di un attacco brutale da parte della polizia e agenti paramilitari. Hanno attaccato studenti e insegnanti, anche in classe. A Caracas, la fine della settimana, le azioni violente erano dirette verso UCV e UCAB.

Francisco José Virtuoso, rettore della UCAB, ritiene che i recenti attacchi nei campus universitari sono dovuti al fatto che i giovani sono stati in prima linea di inviti a manifestazioni di protesta. “Essere al centro dell’attenzione ti fa diventare il bersaglio di un settore che esercita la violenza”, ha sostenuto. Il vice presidente accademico del UCV, Nicolas Bianco, ha detto che dal 2008, quando la squadra canonica guidato da Cecilia García Arocha è entrato in carica, hanno subito 74 attacchi. ” Questo è un governo completamente antiuniversitario”. la Rappresentante degli studenti Mariana Hernandez, UCAB, ha detto che l’obiettivo è quello di intimidire. “E’ una strategia di instillare la paura”, ha detto.

Collettivi contro le università. L’attacco alla USM di Barcellona da parte di un gruppo di funzionari e motociclisti diPolianzoátegui ha lasciato feriti, 14 veicoli danneggiati, vandalizzate le porte di vetro dell’edificio principale e 6 persone derubate, tra cui un infermiera e due dipendenti della manutenzione. Distrutta anche la radio, la la stazione FM dal nucleo ULA Táchira. Tutta l’attrezzatura è stata distrutta e ridotta in cenere. .

Mercoledì scorso, gli attacchi sono stati segnalati presso la UCLA, Barquisimeto, mentre gli studenti presso l’Università UPEL di Maracay e Gran Mariscal denunciati funzionari armati che accompagnano i motorizzati. La repressione delle proteste studentesche ha causato 24 feriti. Alla UCLA han fracassato laboratori, centro di comunicazione Movistar, porte, finestre, cartelloni pubblicitari e altri veicoli. L’ultimo assalto è stato giovedi a Unexpo di Cabudare. L’assalto ha causato 2 feriti e 27 persone arrestate, mentre un gruppo di motori identificato con il governo hanno fatto irruzione nella sede dell’istituzione e ha causato danni enorme.

Caracas UCV – 16 uomini armati sono entrati nella Facoltà di Scienze della UCV, ha detto il rettore Cecilia García Arocha.”Chiediamo al governo di disarmare i gruppi armati, la maggior parte degli attacchi non vogliono la nostra università”, ha detto. Le attività  sono sospese perché non si possono garantire la sicurezza degli studenti.

VITA IMPOSSIBILE NELLA CITTA’ DI SAN CRISTOBAL

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Albert Nextein says:

    Un faro della libertà, il venezuela.
    D’altronde la gente si sorbisce fino in fondo quello che all’inizio ha scelto e poi subito.
    Auguro ai venezuelani il coraggio di una rivolta totale contro questo potere marcio e sinistro.

Leave a Comment