VENEZUELA, L’OPPOSIZIONE SCEGLIE IL CANDIDATO PRESIDENTE

di MANUEL GLAUCO MATETICH

Il Venezuela è andato alle urne nella giornata di ieri, per decidere il candidato migliore dell’opposizione che cercherà di spodestare Hugo Rafael Chávez dalla guida del paese nelle elezioni nazionali del prossimo ottobre 2012. Il leader socialista Chávez ha guidato il paese venezuelano per ben 13 anni. Sono cinque le persone in lizza alle primarie dei partiti all’opposizione per governare il Venezuela post-Chávez, e nei prossimi giorni si conoscerà il nome del vincitore.

Ma intanto chi sono?

Henrique Capriles – Governatore dello stato federato della Miranda. Ha promesso di rilanciare economicamente il paese e di allocare maggiori risorse per i disoccupati e gli emarginati dalla società. Di recente ha criticato la mancanza di trasparenza riguardo la gestione e l’utilizzo dei 30 miliardi di dollari, prestati dalla Cina, da parte del governo venezuelano.

Pablo Perez – Governatore dello stato federato della Zulia. Sostiene di essere in grado di garantire una transizione ordinata, nel caso in cui Chávez perda le elezioni. Perez è sostenuto da due partiti politici affermati, che potrebbero aiutarlo molto nella sua corsa alla presidenza della Repubblica. Tre anni fa ha preso parte ad un’accesa protesta contro Chávez, accusandolo di aver fatto sparire delle risorse utili al paese.

Maria Corina Machado – Una congressista venezuelana, vista come la più tenace avversaria di Chávez. Convinta sostenitrice del “capitalismo popolare”, come miglior forma di pensiero politico rispetto al socialismo.

Diego Arria – Ex funzionario delle Nazioni Unite. Ha chiesto alla Corte penale internazionale dell’Aja di indagare l’attuale presidente Hugo Chávez per la commissione di crimini contro l’umanità, suffragando la sua tesi con l’affermazione di avere le prove di assassinii e torture.

Pablo Medina – Ex accanito sostenitore di Chávez. Ha rotto con il presidente a causa delle preoccupazioni indotte dalle modifiche effettuate alla Costituzione venezuelana, che hanno concentrato troppo potere nelle mani del compagno socialista Chávez. Un anno e mezzo fa ha dichiarato pubblicamente in televisione che Hugo Chávez deve essere condannato per alto tradimento.

Hugo Chávez ha replicato la sua posizione alla stampa, asserendo di non essere minimamente interessato a chi, tra questi candidati, possa vincere, poiché chiunque vinca, sarà “il candidato dell’imperialismo occidentale”.

IL RISULTATO FINALE

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. Unione Cisalpina says:

    toglie ai venezuelani x finanziare cuba… un komunista fanatiko … un dittatore razzista, anti occidentale, antiamerikano, antiuropeo, antibianko … un mkentekatto ke x di + si krede la reinkarnazione di Simon Bolkivar, rivoluzionario illuminista ke strumentalizza x far passare il suo komunismo kreatore di miseria diffusa tra il suo popolo e dispensatore di privi8legi alle sue bande politicizzate e fanatizzatre

    ha trasformato l’esercito nazionale in armata socialista partitika ed ideologizzata estranea ai valori bolivariani a kui sempre si riferisce, kon inganno ed in mistifikazione …

  2. dado says:

    lo scimmione verra’ detronizzato

  3. Alessandro Neri says:

    complimenti per l’ottima esposizione e la chiarezza di contenuti.!

Leave a Comment