Venezuela: la revoluciòn inonderà Caracas di carta igienica

di CARLOS CUENCA

Cinquanta milioni di rotoli di carta igienica, per inondare il mercato e far calare i prezzi: lo ha deciso il governo venezueliano del ‘chavista’ Nicolas Maduro. In questo primo mese di governo del successore di Hugo Chavez, in Venezuela la lotta fra chavisti e antichavisti si intensifica di giorno in giorno e coinvolge ormai tanti settori: come quello appunto della produzione di carta igienica, la cui carenza e’ dovuta ad un eccesso di domanda frutto a sua volta alla ”campagna mediatica” promossa dall’opposizione, secondo Maduro.

Di fronte a tale carenza, il governo ha quindi annunciato un’imminente operazione di import di cinquanta milioni di rotoli della carta per l’igiene intima: proprio per inondare il mercato, far arrivare il prodotto nei negozi e far calare i prezzi. L’operazione e’ orientata in altre parole a ”saturare il mercato”, ha sottolineato, non senza un certo sprezzo del ridicolo, il ministro del commercio, Alejandro Fleming: ”In Venezuela non c’e’ una carenza della produzione, bensi’ un eccesso della domanda a causa degli acquisti ossessivi della popolazione, frutto di una campagna mediatica che punta a perturbare il paese” La ‘revolucion bolivariana’ fara’ quindi arrivare a Caracas ”50 miloni di rotoli, in modo che il nostro popolo si rassereni e capisca che non deve lasciarsi manipolare da questa campagna mediatica”, ha aggiunto Fleming durante una visita presso uno stabilimento del gruppo ‘Papeles Venezolanos’.

Quello della carenza di tanti prodotti di base e’, insieme all’inflazione e l’insicurezza, uno dei principali problemi per milioni di venezuelani, ricordano per ennesima volta oggi i media ‘antichavisti’, mentre il governo accusa l’opposizione di alimentare un eccesso di domanda. Gia’ in passato, il presidente Chavez, morto il 5 marzo, aveva rafforzato diverse leggi che puniscono le imprese che speculano e fanno incetta di prodotti base. E proprio qualche giorno fa, il presidente Maduro ha accusato il gruppo Polar, la principale impresa alimentare del paese, di favorire l’accaparramento. Fatto sta che a Caracas e in tante altre citta’ del paese le file ai supermercati e negozi non fanno che allungarsi, proprio per l’assenza dagli scaffali di tanti prodotti di base, come carne, pollo, farina, latte e formaggi. Non manca solo la carta igienica. Miracoli del socialismo del Terzo millennio.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. Bonnie Blue Flag says:

    Con il mare di cacca che si ritrovano, 50 milioni di rotoli sono il necessaire per la stretta sopravvivenza….. 🙂
    Vai con la Revoluciòn Bolivariana y Chavista!

  2. maduro è un kastrista di stampo komunista tra i + fanatici ke abbia mai inkontrato … un perikolo x se ed il suo Paese… se prenderà piede, supportato kom’è dall’organizzazione militare, burokratika e d’intellighentia kastrista (si parla di + di 200.000 “teknici” kubani presenti sul territorio), è sulla buona strada x diventare un ottimo Ceausesku e/o Pol Pot … un mentekatto fanatiko … e parla d’amore ! 😀

    l’opposizione ha kiesto il kontrollo dei voti e lui in tutta risposta ha ha tolto la parola a kuei parlamentari, impedendoli nel loro lavoro istituzionale e diskonoscendoli, ha pure negando loro anke lo stipendio … x l’ardire “fascista” di kiedere il rikonteggio dei voti delle ultime votazioni politike …

    kose da pazzi komunisti kon aggravante kastro_chavista …

    demenziale ! …

    pobre Venezuela kerida !

Leave a Comment