Veneto trombato da Roma. Zaia: Prima danno 300 milioni al buco siciliano

di BRUNO DETASSIStornado-veneto-1-291x200

“Se qualcuno vedesse lo scenario del post tornado vedrebbe lo scenario tipico di un terremoto, anche importante. Basti pensare che una villa veneta, villa Fini, proprio in quel di Dolo è stata letteralmente rasa al suolo. Per cui è fondamentale che ci sia sensibilizzazione e se ne parli a livello nazionale”. Così il governatore del Veneto, Luca Zaia torna sui danni causati dalla tromba d’aria di mercoledì scorso. E, per chi volesse dare degli aiuti alla popolazione colpita, il presidente della Regione spiega che: “Oggi se si vuol dare un aiuto economico basta andare sul sito della Regione, lì c’è il conto corrente per fare il versamento. Partiremo anche con gli sms, ci mettiamo qualche giorno in più ad organizzarli perché è una cosa più complicata. Dall’altro c’è da dire che l’unico aiuto che c’è stato fino ad oggi è quello della Regione che ha stanziato 6 milioni di euro. Adesso aspettiamo quelli del Governo, che dovrà mettere una parte importante, visto e considerato che i danni passano i 100 milioni di euro”.

Mentre sulla proposta lanciata ieri di un fondo mutualistico anti catastrofi, Zaia “Questa è una riflessione che io pongo. Noi veneti siamo tutti pronti a stare al telefono e dire: ‘Luca cosa posso fare per dare una mano a questi signori?’. Chi non verserebbe oggi un euro, 2 euro, 5 euro per dare una mano a questi signori? Allora perché non decidiamo che ogni anno, ogni persona versi un euro, 2 euro e la Regione fa una cassa che a quel punto se è una cassa di 5- 6 milioni di euro possono restare lì a disposizione delle catastrofi? Visto e consideratoche ci sono dei momenti nei quali bisogna intervenire. Qualcuno potrebbe dire: con tutte le tasse che paghiamo. Si, è vero, però va guardata anche in faccia la realtà che è una realtà che oggi si pone. Se uno sta male non è che possiamo fare disquisizioni sulle tasse che paghiamo, ma dobbiamo dargli una mano”.

In ogni caso Zaia smentisce decisamente la possibilità di nuove tasse: “Per nuove tasse al momento non se ne parla. Sono però convinto, sentendo i cittadini, se chiedessimo loro 2, 3 euro a testa, ma veramente per un microfondo, potremmo dire di farlo volontario ma poi magari uno si dimentica, e quindi è una ‘rogna?. Forse troveremo un sistema se decidiamo, ma non sarà nulla di così drammatico fermo restando che al momento non abbiamo deciso nulla”. Infine, sulla polemica Veneto-Sicilia, con il Governo ha assegnato 300 milioni alla Sicilia per ripianare buco nel bilancio, Zaia chiarisce: “Che la Sicilia non sia l’emblema della buona amministrazione non lo diciamo noi ma lo dice la Corte dei Conti e lo dicono altre realtà. Lo dicono i rapporti, i dati sui costi standard e un sacco di realtà. La Sicilia deve riscattarsi per il bene dei siciliani e rientrare in un percorso di virtuosità. Se poi c’è qualcuno che vuole fare lezione al Veneto ci confrontiamo fino in fondo ma con una regola: chi vince poi fa pagare il conto all’altro”.

 

Print Friendly

Articoli Recenti

4 Commenti

  1. Roberto Porcù says:

    In merito alle regionali, con Zaia/Morosin è andata che i veneti hanno avuto timore di quella (a pelle antipatica e della quale non ricordo nemmeno il nome) candidata da Renzi ed hanno votato per il meno peggiore.
    In merito al liberarsi della schiavitù, questo non lo si fa, non lo si può fare con votazioni, referendum od altro. Se la si vuole la Libertà ce la si prende con la forza come con la forza fu tolta. Non si vuole ricorrere alla violenza? E si resta schiavi.
    Ai tanti mantenuti nullafacenti della penisola, il Veneto serve e costoro non accetteranno mai di privarsene e cambiar vita. Il referendum informatico ha avuto solo la grande importanza di far che chi non vuole più stare in un Italia di sprechi e maneggioni arrivasse a contarsi. Ora sappiamo che siamo maggioranza, ma dobbiamo farlo valere.
    Zaia e la Lega son lì per controllare i voti e mantenere lo stats quo.I
    In merito all’obolo richiesto da Zaia, devo dire che non ho alcuna fiducia di quelli che sono accasati in regione, provincia, città metropolitane, entità fra comuni per operare in monopolio ed accasare amici e trombati vari, comuni, comitati di quartiere, ecc.
    Tante, troppe scatole chiuse finalizzate al livello di vita degli addetti.
    Un euro in più a Zaia “da custodire” per le evenienze, non mi ci fido a darglielo, e chissà perché mi torna in mente l’oro alla patria, le tanti fedi di alluminio dei nostri vecchi e quelli che si sono poi spartiti l’oro di Dongo.

  2. Beniamino says:

    Zaia NON FARA’ mai nulla per i Veneti, lo ha dimostrato ampiamente nei suoi primi 5 anni di governatore..ora ci aspettano altri tempi duri, anzi durissimi…roma si accanisce quotidianamente contro di noi, TROPPO ALTA la POSTA in GIOCO….l’ obiettivo Zaia-Roma è: tenere sotto controllo i Veneti, ammansirli, dare speranze (ci pensa ZAIA che come chiacchiere è un MAESTRO) per sfinirli economicamente (già fatta questa parte) poi insidiarli quotidianamente con l ‘ INIEZIONE CONTINUA di esseri alieni che minino la sicurezza, la serenità, iniettare paura (oggi) e domani l’ ineluttabile sensazione che è FINITA…I VENETI SONO INDIVIDUALMENTE SOLI..i poteri che dominano, politico, vaticano, magistratura, forze dell’ordine sono CONTRO l’ ESISTENZA DEI VENETI…qualcuno dirà che sono parole pazze…ok….lo spero anch’ io…ma purtroppo avrò avrò ragione!!! Stiamo aveder!!

  3. GPaolo says:

    Egr. Antonio, alle regional i Veneti dando una sonora sconfitta all’ indipendentista Alessio Morosin e la vittoria a Zaia hanno scelto la loro strada, quella del non cambiamento. Nella vita di solito a chiedere molto alla fine si può ottenere qualcosa, ma a chiedere poco alla fine non si otterrà mai niente!

  4. antonio says:

    Cosa aspetta il popolo veneto a chiudere il rubinetto a questo stato che ci succhia il sangue altro che adorare il tricolore! Non hanno capito che siamo una colonia. Basterebbe il giorno 16 luglio piuttosto che pagare darli a queste persone per ricostruire lo farebbero a conti fatti 5 volte se non erro E gli altri 11 mesi?
    W s.marco

Lascia un Commento