Varese, Lega: tagliate con la forbice le scritte Nord alle bandiere sullo storico balcone della sede. Il Carroccio: vandali.

IMG-20190401-WA0014

di STEFANIA PIAZZO – Una bandiera non è per sempre. E se proprio lo volete sapere, può anche restare dov’è, basta un ritocchino. Dallo sbianchettamento del Nord sul simbolo della Lega alla forbice il passo è breve. Un art attack, ufficialmente la Lega dichiara si tratti di “vandali”… in attesa del nuovo vessillo epurato dal luogo di origine un tempo protetta, ha preso appunto le forbici e ha ritagliato NORD lasciando sui bandieroni che sventolano dalla terrazza delle storiche apparizioni leghiste, due buchi evidenti, uno per bandiera. Resta solo la parola Lega.

I vandali si sono portati avanti. Via il Nord? Ci pensiamo  noi. E il segretario varesino, Andrea Gambini, alla stampa dichiara si tratti di un gesto che evidenzia la stupidità di chi l’ha commesso.

Certo, la Lega però non dirà mai che è stupido togliere il Nord da simbolo e bandiere. Se lo fanno i vandali però lo diventa.

E i vandali devono aver detto… Vuoi mai che Salvini si arrabbi se vede ancora un po’ di Nord sul terrazzo. Sventola solo la Lega e il vuoto che lascia. Da una parte all’altra, solo aria che attraversa gli spazi. Ma ci pensano i vandali. Ufficialmente è stata denunciata una effrazione da parte di ignoti,

Che dire, è passata la censura geopolitica vandalica… Barbari!

Il Nord ritagliato fuori è finito nel cestino, dei vandali…. Resta a sventolare una bandiera mutilata, fotografia di tanta fretta di rimozione del passato e della storia, qualcosa che ha il senso di un valore strappato, come si tolgono i galloni a chi si è macchiato di azioni indegne. Meglio sarebbe stato  ripiegarla, la bandiera, senza ripiegare sulle forbici. Solo ciò che è infame si rimuove dalla posizione che ha conquistato.

Dietro, sulla ringhiera, solitaria la bandiera della Lega Lombarda, un reperto regionale. Come le cucine tipiche.

Sono stati i vandali, chi mai avrebbe osato togliere la parola Nord dal simbolo? Certo è che se sono dei balordi è un’azione esecrabile. Se il Nord è cancellato da Salvini, allora si chiama svolta.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. mumble says:

    Ma scusate, ma stiamo ancora lì a parlare di gente che ha tradito per un piatto di lenticchie ? Ma vadano in malora e basta. Tanto chi gira con grembiulino e compasso a braccetto coi Verdini va poco lontano e il suo declino è già iniziato.
    Noi tiriamoci su le maniche e lavoriamo: abbiamo un progetto come l’indipendenza da rilanciare.
    Vietato voltarsi indietro.

  2. caterina says:

    Il carroccio è andato distrutto in Sicilia ai tempi, ora la Sicilia comunque si coprirà dell’oro delle sue arance che finalmente avranno un mercato, il cinese appunto…che bellezza! andremo comunque a visitare i suoi templi antichi ma almeno non dovremo più coprire i suoi debiti via Roma… e intanto uno di meno da supportare diciamo così lega o non lega… Salvini se ne farà una ragione e magari ritorna sui suoi passi… certo è che non dobbiamo aspettare i suoi tempi…

Leave a Comment