CATALUNYA, FAVOREVOLI AL REFERENDUM IL 74,1% DEGLI ABITANTI

di SALVATORE ANTONACI

Il 74,1% dei catalani – come scritto dal quotidiano “la Vanguardia” – sarebbe a favore della celebrazione di un referendum sull’autodeterminazione della Catalogna così come deliberato dal Presidente della Generalitat nel dibattito di politica generale in Parlamento durante il quale annunciò la convocazione di elezioni anticipate per il prossimo 25 novembre. L’elevata percentuale contrasta il basso numero di contrari (il 19,9%) e di coloro che non sanno o non rispondono (6%), secondo l’ultima rilevazione del Centre  d’Estudis d’Opiniò (CEO).

Alla domanda: “Lei è a favore o contro la convocazione di un referendum che permetta al popolo catalano di decidere sela Catalognadebba o meno trasformarsi in un nuovo stato europeo?” , la maggioranza dei cittadini si è dichiarata a favore, soprattutto tra gli elettori dei partiti che appoggiano la proposta, vale a dire: CiU (83,4%), ERC (92%), SI(93,3%) e ICV-AUiA (96,1%). Sorprendentemente anche la maggioranza dei votanti socialisti si è espressa per il sì (56%). Per contro, solo nel PP (65,8) e in C’s (70) prevalgono i contrari. Il CEO di questo mese concentra la sua attenzione sul dibattito di politica generale di settembre, ma al contempo fornisce anche una stima del voto ai partiti nelle elezioni del 25 novembre e della popolarità dei leaders politici della comunitat: in tutti e tre i casila CiU e Artur Màs risultano nettamente vincitori.

Alla domanda: “Il prossimo 25 novembre si svolgeranno le elezioni per il Parlamento catalano, Potrebbe dirmi quale partito o coalizione voterebbe?”, la risposta conferma alla CiU il ruolo di formazione di gran lunga più suffragata con uno score del 26,3%, seguita da ERC(indipendentisti repubblicani) al5,9%, ICV (eco-socialisti indipendentisti)3,4, PSC (socialisti “unitari”) 3,1, PP (Popolari “unitari”) 2,8, C’s (centristi “unitari”) 1,4 e SI (Solidarietà per l’Indipendenza) all’1,3%.

Il dato però più significativo è costituito dall’alto numero degli elettori indecisi (il 34,6%); basso, invece, il numero dei potenziali astenuti (il 5,9%). Il campione statistico si basa su 800 catalani adulti ed il margine  di errore stimato è del 3,47%.. Molto interessante, infine la percezione di sé offerta dal campione: il 31,9% di chi ha risposto si ritiene catalano ed anche spagnolo, mentre il 31% si sente “solo catalano”e il 28% più catalano che spagnolo. Inoltre solo il 3,8% degli intervistati dichiara di essere “solo spagnolo” ed un altro 3,1% “prevalentemente spagnolo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. lafayette says:

    In questo caso, invece, nella stragrande maggioranza sì. Soprattutto per il fatto che il blocco indipendentista-sovranista risulterà maggioranza assoluta nel prossimo parlamento

  2. Culitto Salvatore says:

    Alla domanda: “Lei è a favore o contro la convocazione di un referendum che permetta al popolo catalano di decidere sela Catalognadebba o meno trasformarsi in un nuovo stato europeo?”
    alla stessa domanda rivolta verso la regione veneto, lombardia, piemonte, lazio, sicilia, risponderei sempre e unicamente nello stesso modo SI, sono favorevole ad un referendum, ma ciò non vuol dire che sono favorevole all’indipendenza

Leave a Comment