IN VAL DI SUSA SI DISGREGA LO STATO ITALIANO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In Val di Susa si sta disgregando lo stato italiano, e questo è un bene: ormai non ci sono sostanziali ragioni perché questo Stato in putrefazione abbia alcuna ragione di esistere. Lo stato italiano è fallito, fisicamente, politicamente, economicamente, e anche filosoficamente. L’Italia non ha più alcuna sovranità, la quale è nelle mani della burocrazia capitalistica e finanziaria europea; la dimostrazione che questo è uno Stato fantoccio è anche l’incapacità di iniziare i lavori della linea ad alta velocità, che dovrebbe passare per la Valle di Susa. Un progetto pensato 22 anni fa.

Noi del Veneto Serenissimo Governo siamo in grado di rispondere a quale sarà la nostra posizione sulla viabilità in Veneto:

• sarà vietato l’attraversamento delle merci su gomma nella nostra Patria;

• costruiremo due linee ferroviarie veloci (una da ovest ad est, l’altra da sud a nord);

• utilizzeremo a pieno regime il Canal bianco per il trasporto fluviale di merci;

• si realizzeranno due grandi porti commerciali/turistici (uno nel sud del Veneto nella zona Po, l’altro ad est nella zona di Venezia-Eraclea).

Queste saranno le grandi opere che il Veneto Serenissimo Governo ha nelle prospettive della nostra terra.

Per quanto riguarda l’oggi, legato alla cosiddetta guerra NO TAV, tutto si risolverà monetizzando questa lotta: avranno come ricompensa qualche decina di milioni di euro, qualche sgravio fiscale, qualche zona franca. Non dobbiamo dimenticare che questi contestatori sono degli ascari dello stato italiano, la loro massima aspirazione è allungare la mano verso Roma e ottenere qualche spicciolo e festeggiare l’unità dello Stato italiano. Comunque lo Stato italiano non riuscirà mai a fare la TAV perché si dissolverà prima, come neve al sole, e finalmente i Popoli della penisola avranno la loro libertà statale, politica ed economica.

Per il Veneto Serenissimo Governo – Il Ministro dell’Economia Autogestita

Valerio Serraglia

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. FL says:

    vabbè internet e l’indipendenza offrono spazio per tutti, anche a costoro 🙁

  2. Unità Popolare Veneta says:

    Non concordiamo sulla definizione data ai NO TAV, quella è gente che lotta per la propria terra.
    In secondo luogo, un governo si fà con il consenso del popolo, non auto proclamandosi ministri e presidenti.

    Xe tuto da rifare!

  3. ferdinando says:

    Anch’io sono un indipendentista , ma questa mi pare proprio una grandissima stupidata!

  4. dario catti says:

    Lo stato italico purtroppo non si sta ancora disgregando, sta semplicemente dimostrando che gli anni del fascismo non sono mai finiti e che con la forza, gli imbrogli legalizzati ed il sostegno dello stato parallelo, cioè la mafia, resiste compatto ai, troppo pochi, cittadini che non sufficientemente lobotomizzati da televisioni e giornali, si impegnano per evidenziare e contrapporsi ad una società disumana, sotto ogni profilo.
    Ritengo invece offensivo affermare che le nostre ventennali azioni di resistenza nei confronti della violenza dello stato possano essere monetizzate, ritengo altresì autolesionistiche le affermazioni del signor Serraglia, perchè ha dimostrato di non conoscere assolutamente nulla della storia e delle motivazioni tecnico-scientifiche e trasportistiche che determinano l’assoluto rifiuto alla realizzazione di un opera come il TAV. Lo invito pertanto, onde evitare di danneggiare oltremaniera la sua immagine e la sua dignità, di informarsi e di documentarsi, lo so, sarà un lavoro faticoso ma di estrema utilità.

    Cordiali saluti
    Dario Catti

  5. Michele Bendazzoli says:

    Cos’è la collettivizzazione dei trasporti? Cosa significa che i trasporti su gomma sono “proibiti”? Che sequestrerete e venderete all’asta tutti i camion?
    Se questi sono i rappresentanti del futuro stato veneto, non resta che emigrare.

  6. alberto says:

    se questa è la visione degli autonomisti…….e la loro visione…..resto allibito.

  7. maurizio says:

    BUFFONI.!!!

Leave a Comment