SONO 16.500 I CASI DI USURA STIMATI IN LOMBARDIA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In riferimento ai dati relativi alla Lombardia del rapporto annuale di Sos Impresa, è intervenuto il Presidente della Commissione Bilancio di Regione Lombardia, Fabrizio Cecchetti.

“Quanto emerge dai dati sulla Lombardia contenuti nel rapporto annuale di Sos Impresa – dichiara Cecchetti – è molto allarmante, com’è allarmante il silenzio delle vittime che subiscono le estorsioni. I numeri del fenomeno sono davvero alti: si stima infatti che siano coinvolti oltre 16.500 commercianti lombardi in rapporti usurai, una cifra che porta la Lombardia al quinto posto (dopo Campania, Lazio, Sicilia e Puglia) nella classica delle regioni più colpite.

Che il denaro in circolazione sia sempre meno e che le banche siano diventate troppo strette di manica nel concedere prestiti a commercianti e piccole imprese, privilegiando la grande distribuzione, è cosa nota; quello che invece non si dice sono alcune delle conseguenze più drammatiche che derivano da questo processo.

Tanti commercianti e piccoli imprenditori infatti, dopo che si son visti sbattere la porta in faccia da parte delle propri istituti di credito, si vedono costretti a rivolgersi agli strozzini per non dover chiudere. In questo modo accade che restino intrappolati nel tunnel dell’usura, che in molti casi è direttamente connessa con i traffici della criminalità organizzata, in particolare dell ‘ndrangheta calabrese.

Nei prossimi giorni – conclude Cecchetti – è mia intenzione presentare un’interrogazione all’Assessore regionale alla sicurezza per chiedere informazioni sulla reale entità del fenomeno e per sapere quali misure si intendano porre in essere perché la nostra Regione possa fare la propria parte contro questa piaga sociale.”

Ufficio Stampa – Gruppo Lega Nord – Regione Lombardia 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment