Usura: in Piemonte coinvolte 6 mila persone per 680 milioni di euro

di GIORGIO CALABRESI

Negli ultimi tre anni c’e’ stata un’impennata nelle richieste di aiuto arrivate a La Scialuppa Onlus, la fondazione anti usura della Crt di un +72,74 % rispetto al triennio 2006-2008. Il dato e’ emerso nel corso del convegno organizzato insieme all’ Osservatorio Regionale sul Fenomeno dell’Usura e il Consiglio Regionale del Piemonte, ”Come aiutare le famiglie nella tempesta economica perfetta?” che si e’ svolto a Palazzo Lascaris. La crisi economica ha ampliato il bacino delle persone in difficolta’: Ernesto Ramojno, presidente della Fondazione ha parlato di ”un’evoluzione significativa del quadro sociale ed economico del territorio durante i nostri 15 anni di attivita’. Il debito, precedentemente legato a situazioni di straordinarieta’, e’ oggi un elemento con cui le famiglie convivono e che interessa non solo piu’ operai o extracomunitari ma anche professionisti, piccoli imprenditori, dirigenti”. Secondo Elisabetta Belgiorno, Commissario straordinario di Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura ”siamo di fronte a una depressione sociale che va fronteggiata prima che si aggravi irrimediabilmente. La mia paura, innanzitutto come cittadino – ha aggiunto – e’ che si rompa il patto sociale e si innalzi il conflitto tra le persone”.

L’usura e’ un fenomeno ancora ampiamente sommerso: per il Piemonte si parla di circa 6.000 persone coinvolte per un giro di circa 680 milioni di euro. ”Il rischio di cadere nella trappola dell’usura non risparmia anziani e giovanissimi. La crisi economica ha portato ulteriori elementi di difficolta’ nella vita delle famiglie”, ha rilevato il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Valerio Cattaneo evidenziando che ”un allarme particolare riguarda i giovanissimi, esposti ai rischi legati al gioco d’azzardo e a comportamenti molto diffusi e ancora poco studiati, come lo shopping compulsivo”. Nonostante il lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura le denunce in un anno sono state solo 45, 15 gli arresti e 6 milioni gli euro recuperati, sequestrati o confiscati. Per Alberto Di Pace, prefetto di Torino, ”bisogna indagare piu’ a fondo la relazione banche e clienti e garantire maggiore trasparenza. Siamo di fronte a enormi problemi di indebitamento delle famiglie, anche di fascia medio-alta. A questo si aggiunge il diffondersi delle carte di debito che invitano all’acquisto”.

Luigi Capra, direttore della Banca d’Italia nel capoluogo piemontese ha sottolineato come ”in Piemonte il reddito sia elevato rispetto alla media del paese, ma il tessuto economico in crisi sta aumentando le problematiche. Il reddito disponibile e’ sceso, si sono ridotti i consumi delle famiglie, cosi’ come la propensione al consumo. Nel 2011 il 5,9% delle famiglie viveva vicino alla soglia di poverta’. Le banche devono tornare a sostenere la ripresa economica”. ”Si parla troppo poco del tema dell’usura – ha spiegato Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione Crt – forse per pudore perche’ tocca da vicino le famiglie. La scelta di costituire ‘La Scialuppa’ e’ stata lungimirante, i numeri di intervento sono importanti”. Costituita da Fondazione e Banca Crt nel luglio 1998 e oggi pienamente operativa in Piemonte e in Valle d’Aosta con 7 sportelli di ascolto ubicati a Verbania, Novara, Ivrea, Cuneo, Vercelli, Asti e Biella, la Scialuppa in quasi 15 anni di attivita’, ha dato assistenza a 7.407 soggetti e attivato 1.210 finanziamenti per un importo complessivo di quasi 19 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

7 Comments

  1. Flora says:

    Con i soldi che si regalano ai politici incapaci ladri e superinefficenti si potrebbero sanare moltissime cose. Tutti i nostri soldi vengono sprecati e ci sono ormai migliaia di persone che stanno male. È che spese hanno tagliato? Nessuna che tocchi i loro privilegi. Basta!!!!! Sapete cosa costa il Quirinale e in quanti sono i magna-magna!!!!

  2. Eric says:

    La prima causa dell’usura sono i disgraziati (in tutte le accezioni del termine) che spendono quello che non possiedono e non possono ottenere regolarmente in prestito !

    Il resto sono solo chiacchiere !

  3. Dan says:

    L’usura è uno di quei tanti problemi che si può risolvere solamente cancellandone le cause: una di queste, la più importante, lo stato

    • Culitto Salvatore says:

      lo stato non è la più importante, la prima sono le banche e lo stato essendo una filiale delle banche segue a breve distanza…

Leave a Comment