VENETO: USL PROVINCIALI, L’AULA BOCCIA IL TAGLIO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Questo Piano sociosanitario ha un ottimo impianto, ma oggi siamo chiamati a scelte coraggiose come la riduzione drastica del numero delle Usl. Purtroppo dobbiamo prendere atto che di fronte alla volontà della Lega di tagliare la burocrazia per aumentare i servizi, i colleghi di PD, PDL e IDV hanno votato contro. Questo ci rattrista, ovviamente, ma ci dà la tranquillità di chi ha operato al meglio secondo coscienza”.

Il capogruppo leghista Federico Caner, assieme ai rappresentati del Carroccio in aula, ha appoggiato oggi pomeriggio un emendamento del consigliere Pettenò (FDS) per ridurre a 10 le attuali Usl, risparmiando sui costi dei dirigenti e destinando le risorse all’incremento dei servizi ai cittadini. “Credo che l’impianto di una Usl per provincia, fatta salva la specificità della montagna e della laguna come indicato dal nuovo Statuto regionale, sia più che sufficiente, e permetta un ottimo governo del territorio nonché una più razionale organizzazione della struttura sanitaria. Peccato che si sia vista netta, in aula, l’opposizione di PD, PDL e addirittura dell’IDV, che pure in Commissione si era dichiarata favorevole all’impianto provinciale per le aziende sanitarie”.

“Peccato – conclude Caner –, perché ‘grazie’ ad alcuni colleghi abbiamo perso  l’occasione di dimostrare ai veneti di tenere più ai servizi che alle careghe. Dopo il voto di oggi, comunque, la Lega ha la coscienza totalmente a posto”.

Ufficio Stampa – Lega Nord Veneto

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. gigi ragagnin says:

    niente franchi tiratori in lega ? hanno fatto tutto solo i nemici ?

Leave a Comment