Usa ed Ue: via libera al negoziato per zona di libero scambio

di REDAZIONE

Stati Uniti e Unione europea avvieranno negoziati per l’apertura di una zona dilibero scambio. Lo ha anticipato il presidente Barack Obama nel corso del suo discorso sullo Stato dell’Unione. La decisione di aprire il negoziato, dopo una fase preliminare di studio cominciata nel novembre 2011, e’ stata ufficializzata con una dichiarazione congiunta del presidente americana, del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e del presidente della Commissione europea Jose’ Manuel Barroso.

Quando l’accordo tra Ue e Usa sara’ pienamente operativo, secondo Barroso, creera’ la ”zona di libero scambio piu’ grande del mondo”, che dara’ ”uno stimolo dello 0,5% al pil europeo” valutato in ”decine di miliardi di euro” e creando ”decine di migliaia di posti di lavoro”. Secondo il presidente Obama la decisione di aprire il negoziato per l’accordo Ue-Usa (Ttip, Transatlantic Trade and Investment Partnership, questo il nome ufficiale) e’ stata presa ”perche’ un commercio libero ed equo attraverso l’Atlantico sosterra’ milioni di posti di lavoro in Usa”.

Il negoziato puntera’ ad un ”accordo completo” che non riguardera’ solo le tariffe doganali, ma tocchera’ anche l’accesso agli appalti pubblici e agli investimenti, nonche’ gli standard industriali. E’ gia’ stato deciso che ne resteranno fuori alcuni settori, come ad esempio gli Ogm.

La trattative vera e propria potra’ essere avviata, secondo quanto reso noto da Barroso e dal Commissario per il Commercio Karel De Gucht, entro l’estate ”sotto presidenza irlandese’ e potra’ essere concluso entro due anni. ”Non sara’ facile, ma e’ possibile” trovare l’accordo perche’, ha specificato Barroso, ”ci sono elementi per trovare soluzioni” in quanto ”entrambi abbiamo bisogno di crescita e abbiamo difficolta’ di bilancio ed il commercio e’ il modo piu’ facile per stimolare la crescita”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment