Usa: col fiscal cliff code chilometriche negli aeroporti

 di REDAZIONE

Negli Usa il mancato accordo sul fiscal cliff avrà conseguenze dirette sulla vita di tutti i giorni non solo degli americani, ma anche dei milioni di turisti che scelgono gli States per le loro vacanze. I tagli automatici alla spesa pubblica colpiranno infatti anche il settore dei trasporti: in particolare si calcola una riduzione di spesa di circa un miliardo. Ciò comporterà un taglio nel numero degli addetti alla sicurezza agli aeroporti con un effetto immediato nella lunghezza delle file agli scali e magari ritardi nei voli e nelle coincidenze.
  Al di la’ dei disagi agli aeroporti, quello che preoccupa tantissimo gli americani e’ che con il precipizio fiscale saranno circa 2,1 milioni di disoccupati a non ricevere piu’ alcun sostegno pubblico. Per non parlare di un aumento generalizzato delle tasse e del ritardo nei rimborsi fiscali, una boccata d’ossigeno per tantissime famiglie americane che di solito arriva verso febbraio e che stavolta potrebbe giungere molto piu’ in la’ nel corso dell’anno.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment