UOVA CONTRO SARKO’ DAI BASCHI DI FRANCIA

di CLAUDIO PREVOSTI

Fischi, contestazioni e lanci di uova: è l’inattesa e cattiva accoglienza riservata ieri al presidente francese Nicolas Sarkozy in visita a Bayonne, nel sud-ovest della Francia. Un gruppo di giovani, che lo stava aspettando nel centro della cittadina, ha cominciato a fischiare mentre Sarkozy scendeva dalla sua auto. Alcuni hanno gridato: «Sarkozy presidente dei ricchi!», «Sarkozy vattene». Altre persone hanno esposto uno striscione con la scritta: «Sarkozy, lavorare sette giorni su sette fino a 77 anni per assicurare la crescita». Altri hanno lanciato uova contro il bar dove si trovava Sarkozy. Diversi militanti socialisti hanno anche esposto la foto del loro candidato, Francois Hollande. Numerosi agenti di polizia sono quindi intervenuti per liberare l’ingresso del locale e permettere al presidente di raggiungere la sua automobile. Sarkozy ha allora lasciato la cittadina, prima del previsto, denunciando «la violenza e il comportamento inammissibile di una minoranza». Il presidente ha lamentato che alcuni militanti socialisti si fossero «alleati ai separatisti baschi» per manifestare contro di lui e ha chiesto ai suoi sostenitori «di non comportarsi mai allo stesso modo. Qui siamo in Francia – ha detto – e il presidente della Repubblica deve poter recarsi ovunque sul territorio».

«Gli incidenti di Bayonne non sono degni di una democrazia moderna – ha ribadito anche il premier Francois Fillon – Nicolas Sarkozy non ha mai temuto la contraddizione, non ha mai schivato il dibattito». E ha aggiunto: «La democrazia non è la violenza e gli insulti, è il rispetto degli altri. Ogni candidato farebbe bene a condannare queste derive inaccettabili». Non si è fatto attendere l’intervento di Nathalie Kosciusko-Morizet, portavoce della campagna elettorale di Sarkozy, che davanti ai giornalisti ha accusato il partito socialista di aver organizzato «dei movimenti di strada» e ha invitato il Ps «a rispettare le regole del dibattito democratico». «Chiediamo a Francois Hollande di condannare queste azioni» – ha detto nel corso di una conferenza stampa a Parigi, la Kosciusko-Morizet – Il dibattito democratico è stato avvilito« dai manifestanti anti-Sarkozy. Il presidente era atteso in serata a Bruxelles, per il vertice Ue, dove è arrivato in ritardo, ben un’ora dopo l’avvio dei lavori, proprio a causa del gruppo di contestatori.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Ettore Beggiato says:

    GORA EUSKADI !!!

Leave a Comment