Un’idea per dare valore ai nostri boschi distrutti da subito: la presenta Mauro Corona!

corona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

riceviamo e pubblichiamo da Veneti per Veneti  (pagina Facebook)

 

Un’idea per dare valore ai nostri boschi distrutti da subito: la presenta Mauro Corona!

Il gruppo spontaneo “Veneti per Veneti” attraverso il comitato Emergenza Belluno Dolomiti 2018 identificherà, possibilmente con l’aiuto dei Sindaci, famiglie che possano avvantaggiarsi di un aiuto in contanti in questi primi momenti di difficoltà.

Nonostante quanto viene detto, i soldi raccolti attraverso istituzioni pubbliche (es. Regione o sms solidali) possono essere ridistribuiti solo ad altre istituzioni pubbliche, come i comuni: il che è ottimo!

Tuttavia il nostro obiettivo è un altro: vogliamo aiutare le famiglie direttamente e con denaro consegnato direttamente nelle loro mani. Vogliamo dare un aiuto concreto e rapido!

Per farlo ci siamo attivati in pochi privati , ma stiamo aumentando sempre di più, mettendoci la faccia e la fiducia: si chiama SOLIDARIETA’!

Lo facciamo con la massima trasparenza utilizzando la tecnologia di un conto PAYPAL e di Facebook, in modo che siano costantemente visibili quanto raccolto e, se vuole, chi l’abbia donato.

La fine raccolta è prevista per il 30 novembre e la consegna alle famiglie il 5-6 dicembre in occasione di San Nicolò, con un puntuale report visibile a tutti sulla stessa pagina Facebook usata per comunicare tutti gli aggiornamenti e le iniziative.

Il nostro progetto di solidarietà è quindi a termine nei primi giorni del mese prossimo, tuttavia lanciamo sulla nostra pagina Facebook il video con l’amico Mauro Corona ed  una proposta che potrà svilupparsi dopo. Per le sue caratteristiche potrebbe essere realizzata proprio nell’ambito del Fondo Welfare e Identità Territoriale, recentemente istituito in provincia di Belluno. Infatti l’ampiezza del ventaglio di partecipanti che caratterizza il Fondo sarebbe il migliore pe raccogliere la sfida di organizzare la più utile ed ecologica distribuzione di beneficenza di alberi di Natale di sempre!

Le cime di abete sono lì, pronte da tagliare. Se i tronchi possono attendere la prossima primavera, c’è invece poco tempo per spuntarli e nobilitare da subito il sacrificio di milioni di alberi: si può pensare ad un simbolo di Natale più significativo di questo?

Veneti per Veneti, comitato Emergenza Belluno-Dolomiti 2018

Comunicato stampa n°1

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    bella idea… ma come vive la cima ovvero la parte alta del pini se le radici sono fuori terra? non e’ che per Natale tutti gli aghi poi si trovano a coprire il pavimento del salotto? un dubbio di casalinga…sono profana di botanica e di solito faccio il presepio…

Leave a Comment