Unicredit, i conti che non immaginate

La CICALAUnicredit

Mi sono occupata di Intesa Sanpaolo alcune settimane fa e ora passo ai raggi X anche l’altro grande gruppo per equità tra i due più importanti competitor italiani.  Allora, la Banca di via Specchi a Roma (Unicredit Group)  è sicuramente una grande realtà internazionale, occupa ben 147 mila persone, sparse in 17 Paesi e oltre 8500 filiali, la guida è affidata al manager Ghizzoni e tra i 4 vice presidenti il più conosciuto è Luca Cordero di Montezemolo.
Curioso che  tra i 13 consiglieri troviamo ben 7 con cognomi non italici – il 13 maggio scade il CDA -. Ben 2 miliardi di euro l’utile netto e altrettanti soldoni versati nelle casse sempre verdi del tesoro.
Ma siamo allo stesso livello di utili come 10 anni fa, (nel 2004 era di 2 miliardi e 69 milioni)  ben 49 miliardi di euro il patrimonio e oltre 560 miliardi di euro la raccolta dalla clientela….niente male (un quarto del debito pubblico italiano).
I crediti persi, ” le sofferenze”, nel 2004 erano 2600 milioni di euro ma attenzione …..ora sono aumentati di ben 7 volte. Infatti siamo a 19.700 milioni di euro !!!  Il primo azionista è l’Aabar Luxembourg S.arl con oltre 5 %, segue la famosa BlackRock inc. con il 4,70%, Leonardo del Vecchio con oltre il 3% e la Banca centrale libica con quasi il 3 %.
Malaccio la presenza femminile al top management (su 14 persone solo una presenza femminile !??) Oltre 750 le società controllate, e mi chiedo ma quante persone sono impiegate per le nomine dei vari consigli di amministrazione in scadenza.
Saltano all’occhio i 198 milioni di euro per vertenze fiscali e quasi 130 sui derivati e strumenti finanziari, bella corposa la cifra accantonata per rischi ed oneri ( 685 milioni ). In Austria ci sono ben 212 procedimenti civili per circa 128 milioni di euro promosse da investitori dei fondi “feeder” di Madoff Primeo e herald. In America ed in Europa le ricadute per cause a Unicredit SpA per il caso  Madoff, tramite le controllate o dipendenti ed ex dipendenti potranno avere conseguenze negative sulla Banca (pag. 485 del bilancio…) da far perdere il sonno a dipendenti ed ex. Anche il procedimento penale per operazioni riconosciute come  “BRONTOS” il tutto ora presso il Tribunale di Roma, vedremo come finirà.
Cito una causa pendente da una ditta individuale per 12 milioni di interessi anatocistici e 400 milioni per danni….che dire? Pazzesco ! una ditta individuale!!?? Conciliati ben 35 milioni di euro per una controversia con l’Agenzia delle entrate dell’Emilia Romagna del 2004. Nel 2014 il fisco ha notificato avvisi di accertamento per 124 milioni di euro e anche qui la banca ha accantonato ben 46 milioni di euro.
Ma mi domando: come mai tutte queste tasse non pagate? Possibile che molte aziende con utili non provvedano a riversare correttamente le imposte? Ma chi lavora negli uffici fiscali ? Chi gli fornisce la consulenza? Non gli è possibile fare un corso all’Agenzia delle entrate? Chiudo con la vicenda della Carlo Tassara, che ha determinato un bagno di sangue per le banche creditrici e infatti sono 120 i milioni di esposizione di UNICREDIT  con una rettifica di valore di ben 28 milioni.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment